Loading...

I segreti per una giardiniera perfetta


Realizzare una giardiniera perfetta non è poi così semplice come si potrebbe credere, è vero infatti che la ricetta di per se non presenta grandi difficoltà e non richiede specifiche abilità tecniche ma ci sono tantissimi particolari a cui fare attenzione.

Basta tralasciare anche soltanto uno di questi e da un ottima conserva si può passare ad una pur sempre valida ma dal sapore meno deciso o dai tempi di conservazione assai più brevi per cui è fondamentale conoscere i trucchi che ora andremo ad elencare.

La scelta ed il taglio degli ortaggi

Gli ingredienti di base sono il primo ma fondamentale tassello per la riuscita di qualsiasi piatto o preparazione ed anche nella giardiniera vanno selezionati attentamente.

Bisognerà procurarsi verdure di stagione coltivate biologicamente, con il giusto grado di maturazione e soprattutto provenienti da una filiera certificata.


Dopo di che vanno anche trattate nella giusta maniera lavandole accuratamente e tagliandole in modo da esaltarne il sapore e garantirne una cottura uniforme; a tal proposito consigliamo di fare carote e cetrioli a rondelle, peperoni a listarelle, sedano e finocchio a tocchetti e di dividere a metà fagiolini e cipollotti.

Attenzione alle proporzioni

Qui c’è più spazio per la propria interpretazione quindi potete selezionare le quantità delle varie tipologie di ortaggi a seconda dei vostri gusti personali ma è bene cercare di non eccedere mai con uno solo degli ingredienti per avere un sapore bilanciato.

Maggiore accortezza va messa nel riempire i vasetti facendo attenzione che vi sia circa 1/4 di liquido rispetto all’intero peso così da preservare più a lungo il sapore.

Rispettare i tempi

C’è da tenere in considerazione anche delle tempistiche precise e ben scandite sia nel momento della preparazione sia per la conservazione della giardiniera.

La cottura non deve essere eccessivamente lunga per evitare che gli ortaggi appassiscano eccessivamente e bisogna fare attenzione anche alle diverse tipologie e al tempo che ognuna di esse impiega per cuocere.

La conservazione può essere anche annuale anche se è bene non superare i 7-8 mesi e va ricordato di attendere almeno un mesetto prima di aprire la prima conserva.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons