10 trucchi per salare al punto giusto

consigli su come salare i pastiIl sale è la base di ogni piatto riuscito. Metterne troppo poco trasforma un capolavoro in un piatto blando, che nessuno mangerà con gusto.

Metterne troppo invece vuol dire rendere qualcosa che avevamo preparato con cura in qualcosa di immangiabile. Avete fatto un pasticcio? Avete problemi a salare al punto giusto le vostre pietanze?

Questi 10 trucchi ti aiuteranno a uscire indenne, anzi, con un successo, dalla tua ultima avventura culinaria.

10. Troppo sale, come risolvo?


Se hai salato troppo, spacca una patata in 4 e aggiungila al piatto. In 10-15 minuti il sale sarà assorbito dalla patata, che potrete scartare subito dopo averla vista svolgere il suo compito. Questa soluzione però non funziona il problema con il sale è di quelli grossi.

9. Salse salate? Ecco come allungarle: le salse troppo salate possono essere corrette con un po’ di panna, dello zucchero di canna grezzo o dell’aceto. La decisione sta a voi. Preparate delle piccole porzioni delle salse che preparate più spesso e fate dei tentativi, non possiamo mica dirvi tutto noi?

8. Doppie dosi? Occhio al sale. Se state preparando una ricetta utilizzando il doppio degli ingredienti previsti, non raddoppiate anche il sale. regolatevi a spanne, fino a quando, con la giusta esperienza, potrete andare ad occhio. Non aggiungere il doppio del sale: il vostro piatto risulterà troppo salato.

7. Uova e sale: mai salare le uova prima della cottura. Avviene una reazione chimica che rovina la consistenza delle uova e trasforma la vostra frittata in qualcosa di grumoso e che non si terrà mai e poi mai insieme. Salare sempre dopo, a cottura ultimata.

6. Il sale asciuga: se state preparando delle verdure tenete conto del fatto che il sale tirerà fuori il grosso dei liquidi contenuti. Regolatevi di conseguenza: se state preparando verdure ricche di liquidi, come le melanzane, potreste salare prima della cottura. Se invece volete tenere i vostri funghi di una buona consistenza, aggiungete il sale solo dopo la cottura.

5. Caldo e freddo: un piatto freddo, anche se salato al punto giusto, risulterà un po’ insipido. Questo perché le basse temperature riducono la sapidità del sale, un po’ come quella dei tannini. Se il piatto che state preparando sarà consumato freddo, salate un po’ di più.

4. Assaggio: quando assaggiate la vostra pietanza per essere sicuri di aver salato al punto giusto, mangiatene una parte sufficiente a riempirvi la bocca. La parte centrale della lingua è quella meno sensibile a questo tipo di gusto.

3.Frutti di mare: sono in genere già saporiti abbastanza, dato che vivono nel mare, notoriamente pieno di acqua salata. Andateci piano, anzi, in alcuni casi, evitate completamente.

2. Carne: contrariamente a quanto pensano i principianti, salare la carne prima della cottura è cosa buona e giusta. Cucinate la carne ad alte temperature, e il sale vi aiuterà a caramellizzare il tutto al punto giusto.

Nel caso in cui stiate pensando di preparare qualcosa che cuocerà lentamente invece, salate dopo.

1. Bollitura: state per aggiungere sale all’acqua fredda? Aspettate fino a quando arriverà a bollore. In caso contrario rallenterete il tutto, dato che l’acqua salata ha un punto di ebollizione più alto.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons