Agnello alla brace: quali tagli scegliere

tagli di agnello per cottura alla grigliaQuando si parla di carne alla brace subito vengono in mente la carne di maiale e quella di manzo.

Ma, se volete stupire i vostri amici preparando una grigliata un po’ diversa dal solito, perché non optare per della saporita carne d’agnello?

Ecco quali sono i tagli di agnello che più si prestano ad essere cotti alla brace.

I migliori tagli per una buona grigliata di agnello

Le braciole di spalla

Come dice il nome stesso, le braciole di spalla vengono ricavate dalla spalla dell’animale.


Le braciole, taglio decisamente economico, ma saporito e succulento, sono particolarmente adatte alla cottura alla brace.

Anche una volta cotte, infatti, risultano gradevolmente morbide e ciò grazie al fatto che gran parte dei succhi che contengono non si disperdono durante la cottura.

Le costolette

Il taglio di agnello più adatto alla cottura alla brace è rappresentato dalle costolette.

Queste sono ricavate dal carré, ovvero la schiena dell’animale, che viene tagliato tra un osso e l’altro a fette piuttosto spesse, affinché la carne, in cottura, non rischi di asciugarsi e indurirsi eccessivamente.

Le costolette sono costituite da carni tenere e dal sapore delicato e, in genere, vengono cotte alla brace senza essere private dell’osso, fornendo delle gustose costolette a scottadito, così definite perché servite caldissime.

Il cosciotto

Il cosciotto è un taglio di dimensioni piuttosto piccole che si ricava dalla coscia dell’agnello, che, insieme al carré, è uno dei due tagli pregiati dell’animale. Più precisamente, il cosciotto costituisce la parte superiore della coscia.

Tra i metodi di cottura a cui più si presta questo taglio di carne vi è la cottura alla brace e la sua resa è ottima sia che venga cotto con l’osso, sia che venga cotto dopo essere stato disossato.

Le carni del cosciotto sono tenere ma povere di grasso e, affinché acquistino maggiore sapore e non perdano la loro morbidezza durante la cottura, generalmente, prima di essere poste sulla brace, vengono fatte marinare per alcune ore in olio ed erbe aromatiche oppure vino bianco e verdure fresche.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons