Loading...

Agnello cacio ed ovo


L’agnello cacio ed ovo è una ricetta tipicamente tradizionale, ha origine nella vita agreste e pastorale abruzzese dove si è imposto come classico piatto della domenica di Pasqua.

Sapori ed odori rustici si rincorrono all’interno del piatto in un’unione perfetta tra proteine animale e freschezza delle erbe aromatiche.

La salsetta fatta con tuorli d’uovo ed abbondante “neve” di pecorino danno poi la spinta ulteriore (anche in termini calorici) che convincerebbe ogni buongustaio ad assaggiarne un pezzo, e fidatevi ne sarete davvero estasiati!

Ingredienti (per 4 persone)

Gli elementi che andranno a comporre il piatto sono:


  • 1 kg di agnello;
  • 6 uova;
  • 160 grammi di pecorino;
  • 2 foglie d’alloro;
  • 2 rametti di rosmarino;
  • 100 ml di vino bianco;
  • 1 cipolla bianca;
  • olio extravergine d’oliva;
  • pepe nero;
  • sale.

Preparazione e cottura

La prima cosa da fare sarà pulire ed affettare finemente la cipolla, metterla in una padella con poco olio e lasciarla appassire a fuoco lento per circa 5 minuti.

Nel frattempo prenderemo l’agnello e lo faremo in pezzi cubici cercando di mantenere sempre le stesse dimensioni per avere una cottura uniforme. Aggiungiamo la carne al nostro soffritto e con essa i vari aromi: il rosmarino, le foglie di alloro ed il pepe.

Dopo averla rosolata per alcuni minuti, aggiustiamo di sale ed aggiungiamo il vino bianco e lasciamolo evaporare; aggiungiamo ora acqua in quantità da ricoprire l’agnello e facciamo cuocere a fuoco basso fino a quando non sarà del tutto evaporata (serviranno circa 45 minuti).

Ricordatevi di togliere gli aromi prima che finisca la cottura. Nel frattempo in un piccolo recipiente rompiamo le uova, separiamo gli albumi dai tuorli e li mescoliamo con il pecorino grattugiato.

Versiamo ora il composto sulla carne che sta continuando a cuocere, abbassiamo ulteriormente la fiamma e lasciamo sul fornello per altri 3 minuti, poi mescoliamo.

Quando il sughetto avrà aderito completamente all’agnello possiamo, quindi, servirlo sul piatto con l’aggiunta di un filetto d’olio e del rosmarino a guarnire il tutto.

Per gli amanti del formaggio, si può aggiungere una spolverata finale di pecorino a crudo, ma attenzione a non esagerare altrimenti il sapore rischia di sovrastare quello della carne.

Ed ecco fatto! Buon appetito a tutti e gustatevi questa specialità tipica della cucina abruzzese.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons