Che cos’è il cheddar e come sostituirlo nelle ricette

cheddarLa globalizzazione è stata un autentico toccasana, almeno per chi è amante, come noi che vi scriviamo, di gusti e sapori che arrivano da lontano. La tradizione europea continentale dei formaggi è tutt’ora incontrastata e ha sicuramente pochissimo da invidiare alle altreanche se per il Cheddar un piccolo peccato siamo dispostissimi a farlo.

Il cheddar è infatti il più popolare formaggio dell’inghilterra, praticamente indispensabile per tante preparazioni che arrivano da quelle parti e che ha un gusto particolare, ricco e squisito, che tutti gli amanti della buona cucina dovrebbero assaggiare almeno una volta.

Ma cos’è il cheddar? Da dove viene? Come si fa? Come gustarlo? Cercheremo di dare risposte a questi quesiti, nel nome della passione per il cibo che da sempre anima le nostre pagine.

Formaggio inglese per eccellenza

Il cheddar deve il suo nome al luogo originario di produzione, ovvero la cittadina di Cheddar, nel Somerset. Il formaggio è stato poi ovviamente trasportato (ed è oggi prodotto) nei paesi di lingua inglese, come Canada, Stati Uniti e Australia.


Ogni paese mantiene una produzione leggermente diversa per qualità e procedura, anche se alcune caratteristiche, come la consistenza e il tipico gusto intenso sono comuni a tutte le preparazioni, a prescindere dalla loro origine effettiva.

Perché si usa il cheddar?

Il Cheddar è molto apprezzato in cucina perché unisce un sapore forte ad una scioglievolezza che lo rende praticamente perfetto per ogni preparazione calda che voglia ottenere come risultato un buon formaggio fuso.

Per questo sostituirlo con l’emmenthaler o con altri formaggi diventa in genere problematico, sia perché in genere i formaggi a pasta dura come il Cheddar tendono a sciogliersi con più difficoltà, sia perché il loro sapore è piuttosto diverso da quello originale.

Con cosa posso sostituirlo?

Sono assolutamente da scartare formaggi con un sapore molto caratteristico e dolce, come i vari emmenthaler, fontane, provoloni e simili. La scelta forse più vicina a quella originale è l’edamer, formaggio olandese che condivide almeno in parte le proprietà del nostro amato Cheddar. 

Sono assolutamente da scartarsi groviere e simili, perché così come avviene per l’emmenthaler, non riescono a sciogliersi e a mantenere la stessa consistenza che otterremmo con il cheddar.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons