Che cos’è il formaggio feta, come si fa, dove si fa e dove usarlo

Formaggio feta

Oggi parleremo di feta, un formaggio non italiano sempre più presente in ogni tipo di ricetta.

Si tratta di un prodotto che non appartiene alla nostra tradizione, e che quindi può presentare qualche problema in fase di scelta e in fase di preparazione.

Vediamo come muoverci.


Che cos’è il formaggio feta e dove viene prodotto

Il formaggio feta è un prodotto di origine protetta DOP proveniente dalla Grecia, caratterizzato da un colore  bianco acceso e una consistenza dura e non cremosa. Non può essere spalmato, in quanto tende a sgretolarsi.

Il latte dal quale viene ottenuto il formaggio feta deve essere per la maggior parte di pecora, con un’aggiunta massima tollerata di latte di capra del 20%.

Come si fa il formaggio feta

Il processo adottato dai produttori greci di feta è composto da passi ben precisi e comincia con il miscuglio tra latte di pecora e latte di capra.

Dopo di che, si passa alla conservazione in salamoia, dalla durata complessiva compresa tra i due e i tre mesi.

Generalmente, per le prime tre settimane di conservazione i produttori optano per temperature ambientali regolari e soltanto dopo abbassano notevolmente la temperatura, tenendo il formaggio in ambienti refrigerati.

Come conservare il formaggio feta

La conservazione in salamoia può essere fatta anche con un semplice metodo fai da te, utile ad esempio se avete comprato in Grecia la feta e non avete intenzione di consumarla a breve.

Fate bollire una soluzione composta da 1 litro d’acqua e 90 grammi di sale.

Al termine del processo, aspettate che il liquido si raffreddi e versatelo in un barattolo di vetro, che andrà chiuso ermeticamente dopo aver inserito la feta al suo interno.

Così facendo, potrete tenere la feta in frigorifero o anche fuori per diverse settimane, senza che vengano alterati il sapore e le proprietà del formaggio.

Cucinare con la feta

Un piatto tipico ellenico nel quale è d’obbligo l’uso della feta è l’insalata greca, che a parte il formaggio include pomodori, origano, cipolla, cetrioli e olive.

Altre ricette prelibate sono i peperoni ripieni di feta, particolari torte rustiche e l’uso del formaggio come condimento per farcire il pane abbrustolito.

Proprietà nutritive e calorie della feta

La feta è un formaggio ricco di proteine e calcio, molto utilizzato nelle diete dimagranti soprattutto per accompagnare le insalate.

Le calorie contenute in 100 grammi di feta sono 250, leggermente inferiori a quelle della mozzarella, pari a 280 per la stessa quantità.

La feta, nonostante sia un formaggio dalla consistenza visibilmente asciutta, è composto da acqua per il 55% del suo peso, mentre i grassi corrispondono al 21% e le proteine ad un buon 14% rispetto alla massa totale.

Tra i minerali, a prevalere sono il sodio con 1,12 su 100 grammi di prodotto e il calcio con 0,49.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons