Come preparare a casa il tonno sott’olio

ricetta tonno sott'olioIl tonno sott’olio è una deliziosa conserva di pesce che – oltre a poter essere gustata da sola – si presta ad essere impiegata per la preparazione di svariate ricette (dai condimenti per pasta alle torte salate, dai tramezzini alle insalatone, dalle mousse alle polpette…).

Benché il tonno sott’olio sia ormai facilmente reperibile in qualunque supermercato, se volete essere certi di gustare un prodotto preparato con ingredienti sani e di qualità la scelta migliore è quella di realizzare la conserva con le vostre mani.

Preparando il tonno sott’olio a casa, infatti, potrete scegliere tonno di provenienza certa e utilizzare un eccellente olio extravergine di oliva, ottenendo un prodotto ottimo sia nel sapore sia in termini di genuinità.

Ecco ciò che vi occorre e come dovete procedere per preparare questa versatile conserva.


La ricetta

Ingredienti (per due barattoli da 500 g l’uno)

  • 800 g di trancio di tonno fresco
  • 1 l di acqua
  • 65 g di sale grosso
  • 6 foglie di alloro
  • 6 bacche di ginepro
  • olio extravergine di oliva

Procedimento

Per prima cosa, ponete il trancio di tonno in un’ampia ciotola riempita con acqua fredda e sciacquatelo per bene. Quindi, cambiate l’acqua e sciacquatelo ancora.

Ripetete l’operazione fin quando l’acqua non risulterà limpida, il che vorrà dire che il tonno ha ormai rilasciato tutto il proprio sangue, che altrimenti rischierebbe di formare – durante la cottura – grumi scuri decisamente poco gradevoli a vedersi.

Mettete sul fuoco una pentola capiente riempita con 1 l d’acqua e aggiungete 65 g di sale grosso. Quando l’acqua comincia a bollire unite anche 4 foglie di alloro, che – insieme al sale – servono ad insaporire il pesce.

Immergete il trancio di tonno nell’acqua bollente e fatelo cuocere, a fuoco dolce, per circa 60 minuti. E’ importante che teniate la fiamma bassa, per evitare che un’ebollizione violenta spezzetti il trancio e, soprattutto, ne indurisca le carni.

A cottura ultimata, togliete il trancio dalla pentola e mettetelo in un colino a maglie strette, a sua volta posto all’interno di un recipiente. Quindi, lasciatelo sgocciolare per 24 ore, in modo che rilasci gran parte dell’acqua assorbita durante la cottura.

Intanto, sterilizzate i barattoli di vetro lasciandoli immersi per circa 30 minuti in acqua bollente. Poi, asciugateli bene, sia all’esterno sia all’interno.

Trascorse 24 ore dalla cottura del tonno, dividete il trancio in più pezzi e mettetene metà in uno metà nell’altro contenitore di vetro.

Nell’inserire il tonno nei barattoli, pressatelo con le mani, così da non lasciare – per quanto possibile – spazi vuoti tra un pezzo e l’altro.

Irrorate il tonno con olio extravergine di oliva, in modo da ricoprirlo completamente.

Quindi, utilizzando la punta di uno stecchino di legno o di un coltello, rompete ulteriormente i pezzi di tonno. In questo modo si creeranno delle fessure in cui l’olio potrà penetrare, raggiungendo anche il tonno che si trova sul fondo del barattolo.

Dopo aver aggiunto in ciascuno una foglia di alloro e tre bacche di ginepro, chiudete i due barattoli con le relative capsule.

Per creare il vuoto al loro interno, ponete i due barattoli in una pentola, sul fondo della quale avete prima steso un canovaccio di cotone.

Copriteli con acqua fredda, portate questa a bollore e lasciatela bollire per 20-25 minuti. Quindi, togliete i barattoli dalla pentola e lasciateli raffreddare.

Infine, prima di gustare la vostra conserva, fatela riposare per almeno 3-4 settimane in un luogo fresco e asciutto, affinché il tonno si impregni per bene di olio e degli aromi di alloro e bacche di ginepro.

Come conservare il tonno sott’olio?

Una volta creato il vuoto all’interno del barattolo, potete conservare il vostro tonno sott’olio – purché lo teniate in un ambiente asciutto e al riparo da fonti di calore – fino a 18 mesi.

Dopo aver aperto il barattolo, invece, il tonno deve essere conservato in frigorifero ed è preferibile consumarlo entro 6-7 giorni.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons