Come preparare i felafel a casa

ricetta felafel ceci e faveI felafel (o falafel) sono un piatto tipico della tradizione culinaria del Medio Oriente e, più precisamente, di Siria, Palestina, Giordania, Israele ed Egitto.

Si tratta di sfiziose polpette fritte i cui ingredienti di base sono spezie, erbe aromatiche e legumi (in particolare, ceci o fave).

Da poco diffusi e apprezzati anche sulle tavole occidentali, i felafel sono una pietanza economica e semplice da preparare.

Ecco tutto ciò che vi occorre sapere per realizzare a casa dei felafel davvero deliziosi.


Felafel di ceci

Ingredienti (per circa 20 felafel)

  • 300 g di ceci secchi
  • 1 cipolla bianca piccola
  • 1 spicchio d’aglio
  • un mazzetto di prezzemolo
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • farina
  • olio extravergine di oliva o olio di semi di arachidi
  • sale fino
  • pepe nero

Procedimento

Per prima cosa mettete i ceci secchi in un recipiente pieno d’acqua e lasciateli in ammollo per almeno 12 ore, in modo che si ammorbidiscano. Quindi, scolateli e asciugateli tamponandoli con un canovaccio pulito.

Ponete i ceci nel mixer ed aggiungete lo spicchio d’aglio, la cipolla tagliata a fette e le foglie di prezzemolo fresco. Azionate il mixer e tritate il tutto fino ad ottenere un composto ben omogeneo.

Trasferitelo in un recipiente e insaporitelo con il cumino in polvere, un po’ di sale ed una macinata di pepe nero.

Dopo averlo mescolato e aiutandovi con il dorso di un cucchiaio, schiacciate bene il composto. Quindi, coprite il recipiente con della pellicola trasparente e mettetelo in frigorifero per almeno un’ora, cosicché l’impasto dei vostri felafel si compatti per bene.

Ripreso il composto, fatene delle palline, aggiungendo la farina in quantità sufficiente affinché i felafel non si sfaldino. Per ciascuna polpetta utilizzate all’incirca un cucchiaio di composto.

Schiacciate leggermente le palline, così da ottenere dei piccoli dischi.

Nel frattempo, versate un’abbondante quantità di olio in una padella dai bordi alti e fatelo scaldare.

Quando l’olio è ben caldo immergetevi (pochi alla volta) i felafel e fateli friggere, rigirandoli almeno una volta, finché non risulteranno uniformemente dorati.

Quando sono pronti, prelevate i felafel con una schiumarola e adagiateli su un piatto coperto con carta da cucina, la quale assorbirà l’olio in eccesso.

Dopo averli trasferiti su un piatto da portata, servite i felafel ben caldi, magari accompagnati da una buona insalata di pomodori e cetrioli.

Felafel di fave

Questa seconda versione di felafel, che differisce dalla precedente per la scelta di alcuni ingredienti e per la forma data alle crocchette, è quella più comune nelle cucine egiziane.

Ingredienti (per circa 20 felafel)

  • 250 g di fave secche
  • 1 cipolla bianca piccola
  • 1 spicchio d’aglio
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato
  • ½ cucchiaino di cumino in polvere
  • ½ cucchiaino di cardamomo in polvere
  • 1 cucchiaio colmo di farina
  • 30 g circa di acqua
  • un pizzico di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • olio extravergine di oliva o olio di semi di arachidi
  • sale fino
  • pepe nero

Procedimento

Come già indicato per i ceci, fate rinvenire le fave secche lasciandole in ammollo in acqua per almeno 12 ore. Dopo averle fatte scolare per alcuni minuti in un colapasta, tamponatele con un canovaccio pulito.

Mettetele nel mixer e unite ad esse lo spicchio d’aglio e la cipolla bianca (precedentemente mondata e tagliata a fette). Insaporite aggiungendo un po’ di sale fino, una macinata di pepe nero, il cumino e il cardamomo in polvere. Quindi, unite anche l’acqua, nella quale avete disciolto il bicarbonato.

Tritate il tutto per alcuni minuti. Unite, infine, la farina e frullate ancora, fino a che il composto avrà assunto una consistenza omogenea ma un po’ granulosa.

Dopo averlo trasferito in una ciotola, aggiungete all’impasto le foglie di prezzemolo tritate e mescolate per amalgamarle agli altri ingredienti.

Lasciate riposare l’impasto dei felafel, preferibilmente coperto, per almeno 40-50 minuti a temperatura ambiente o, se fa molto caldo, in frigorifero.

Per preparare ciascun felafel prendete un cucchiaio di impasto e date alle polpette una forma semisferica. Quindi, sul lato curvo delle polpette fate aderire i semi di sesamo.

Quando l’olio, precedentemente versato in un tegame fondo, sarà ben caldo, mettete in padella i vostri felafel e friggeteli come indicato nella ricetta dei felafel di ceci. Anche in questo caso, abbiate cura di cuocere pochi felafel alla volta, per evitare che, abbassandosi la temperatura dell’olio, le crocchette si ungano eccessivamente.

Dopo averle adagiate per alcuni minuti su carta assorbente, gustate i felafel di fave caldissimi, se gradite intinti in una salsa allo yogurt.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons