Come pulire le Capesante

capesanteLa pulizia delle capesante è di fondamentale importanza, dato che si tratta di un mollusco che può essere consumato anche crudo (come potete vedere qui) e che, provenendo dal mare, ha bisogno di un’attenzione più che particolare.

Le capesante  sono molluschi che si presentano come una grossa conchiglia a forma di ventaglio contenente una carne morbida e saporita. Di consistenza soda e tenera,  possono essere consumate sia cotte che crude, sia come antipasto che come secondo.

Oltre ad essere molto buone, sono anche molto belle da vedere e, ogni ricetta con le capesante, diventa bellissima e scenografica. Il loro guscio, usato come piattino, ha un disegno molto raffinato ed è usato per preparazioni molto eleganti.

Le capesante sono cucinate in diversi modi, ma vi raccomando di non esagerare con i tempi di cottura altrimenti diventano secche. Qualche minuto sbollentate o al forno e sono pronte.


Come riconoscere la loro freschezza?

Le capesante vengono vendute vive come le vongole. Accertatevi che il guscio sia ben chiuso, altrimenti all’interno il mollusco potrebbe essere già morto. Al momento dell’acquisto, fatevene aprire una dal venditore e controllate che la carne al suo interno sia di colore bianco e arancio molto vivo e di consistenza solida. Se i gusci sono rotti evitate di acquistarle.

Come pulire le capesante?

La prima cosa da fare è lasciare le capesante per 1/2 ora coperte di acqua salata. Prendere un coltellino appuntito e, con molta attenzione, infilarlo tra le 2 conchiglie e staccare il mollusco nella parte piatta della conchiglia.

Sciacquarla nell’acqua corrente per qualche secondo.

Staccarla totalmente dal guscio e privarla della parte trasparente che la avvolge, perchè è spesso piena di residui di sabbia.

Con un forbice da cucina togliere anche la parte nera. Sciacquare di nuovo, A questo punto togliere il muscolo perchè è una parte troppo elastica per essere mangiata.

Mettere da parte la capasanta pulita e procedere con i gusci.

Prendere una paglietta da cucina molto fine e grattare il guscio per eliminare bene ogni tipo di impurità. Strofinate delicatamente per non togliere anche il colore. Sciacquate sotto l’acqua corrente. A questo punto le capesante sono pronte per essere cucinate, oppure per essere consumate crude, una prelibatezza da veri intenditori che vi consigliamo di provare se amate i prodotti di mare crudi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons