Come si cucina il Farro?

farro cotturaIl farro è un cereale che racconta la storia più risalente dell’Italia. Fu proprio grazie a questo cereale, coltivato in tutto il centro Italia dalla nascita di Roma in poi, che i nostri antenati ebbero qualcosa di nutriente sul quale basare la loro dieta.

Di acqua sotto i ponti (e dentro le pentole) ne è passata tanta, ma il farro continua ad essere un cereale centrale della nostra piramide alimentare. Vediamo insieme come si cucina e come prepararlo alla perfezione.

Differenza tra farro perlato e decorticato

In commercio si trovano in genere due tipologie di farro: il farro decorticato e quello perlato. Quello decorticato conserva la buccia esteriore, in gergo tecnico glumetta, mentre dal secondo viene asportata, con importantissime ripercussioni sul processo di cottura.

Il farro deve essere bollito con o senza ammollo precedente, come vedremo tra poco.


L’ammollo

Il farro perlato è molto più pratico, dato che non avendo la glumetta non ha bisogno di essere messo in ammollo la sera precedente alla preparazione. Si tratta di una differenza fondamentale, che rende la variante perlata molto più pratica e popolare, soprattutto tra chi non ha voglia o tempo di pianificare con grande anticipo le proprie preparazioni culinarie.

La cottura

La cottura che si utilizza per il farro è la bollitura in abbondante acqua. Per le due varianti i tempi di cottura sono i seguenti:

  • 1 ora a fuoco vivo per la variante decorticata che conserva la glumetta
  • 30 minuti invece per la variante perlata

Si tratta di minutaggio estremamente preciso, al quale vi invitiamo ad attenervi nel caso in cui vogliate un farro dalla cottura semplicemente perfetta. 

In pentola a pressione

Il farro può essere anche cotto in pentola a pressione. In questo caso i tempi di cottura vanno dimezzati e diventano dunque:

  • 30 minuti per la variante con buccia
  • 15 minuti per il farro perlato

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons