Come pulire i carciofi

pulizia carciofi a casaI carciofi, ortaggi ricchi di proprietà benefiche, si prestano alla preparazione di molte e gustose ricette.

Che vogliate mangiare i carciofi crudi o cotti, ripieni o in insalata, è importante innanzi tutto che vi preoccupiate di pulirli accuratamente.

Carciofi: come pulirli al meglio

Prima di iniziare la pulizia dei carciofi, per evitare che le vostre mani diventino nere strofinatele con del limone o indossate guanti in lattice. Questi ortaggi, infatti, contengono alcune sostanze che, a contatto con l’aria, ossidano.

Sempre per la stessa ragione, una volta tagliato, il carciofo tende a scurirsi molto velocemente. Per evitare questo preparate una ciotola capiente contenente acqua e succo di limone. Immergendo i carciofi tagliati nella miscela di acqua e limone se ne preverrà l’annerimento.


Utilizzando un coltello, tagliate alla base il gambo del carciofo. Sempre con un coltello, privatelo di eventuali spine ed anche del suo strato esterno, piuttosto fibroso e, quindi, duro. In questo modo vi rimarrà soltanto la parte più tenera e gustosa, ottima da mangiare. In attesa di cucinarli, immergete i gambi, così puliti, nella ciotola contenente l’acqua e il succo di limone.

Sia che il carciofo abbia le spine sia che non ne abbia, tagliate via i primi 2-3 cm della punta. Anche nei carciofi non spinosi, infatti, questa parte risulta molto dura e perciò non adatta ad essere mangiata.

Con un coltello cominciate ad eliminare le foglie degli strati più esterni, spesse e dure, fino a che non avrete raggiunto il cuore del carciofo, le cui foglie, di colore più chiaro, sono sottili e tenere.

Per eliminare la barba del carciofo è possibile procedere in due modi. Potete tagliare a metà il carciofo nel senso della lunghezza e, con uno scavino o un cucchiaio, ripulirlo della peluria presente al suo interno. Oppure, se avete bisogno di cucinare il carciofo intero, potete allargare leggermente le foglie, introdurre lo scavino o la punta di un coltello e rimuovere la barba.

Così puliti e, se la ricetta lo permette, tagliati a fettine, immergete subito i vostri carciofi nell’acqua acidulata, dove avete già messo i gambi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons