Come sostituire la maizena nei dolci

alternative amido mais nei dolciLa maizena – o amido di mais – è un prodotto che, in cucina, viene impiegato piuttosto spesso, per conferire leggerezza e sofficità ai dolci lievitati, nonché per addensare diversi tipi di preparazioni (tra cui creme, salse, minestre, sciroppi, budini, gelati…).

Ma che fare se non si ha in casa questo ingrediente e si vuole realizzare una ricetta che lo richiede?

In questo articolo vediamo insieme quali sono i migliori ingredienti da utilizzare per sostituire l’amido di mais nei dolci.

Maizena nei dolci: ecco i migliori ingredienti alternativi

Fecola di patate

L’ingrediente più comunemente impiegato in sostituzione della maizena nei dolci è la fecola di patate, che non è altro che l’amido delle patate, ricavato essiccazione e successiva macinazione dei tuberi.


Finissima e di colore bianco, la fecola di patate ha proprietà molto simili a quelle dell’amido di mais e, di conseguenza, è adatta a sostituire quest’ultimo sia nella realizzazione di dolci lievitati sia in quella di preparazioni cremose.

Sappiate che per sostituire un cucchiaio di maizena (circa 15 g) occorre usare un cucchiaio (circa 15 g) di fecola di patate.

Amido di frumento

Anche l’amido di frumento (altrimenti noto come frumina) è una valida alternativa alla maizena.

Questa fine polvere di colore bianco, infatti, è adatta ad essere impiegata per la preparazione di dolci lievitati, poiché favorisce la lievitazione e dona al prodotto morbidezza e porosità. Inoltre, come l’amido di mais, è un ottimo addensante per budini, mousse ed altri cremosi dolci al cucchiaio.

Se, dunque, intendere sostituire la maizena con la frumina, ricordate che a un cucchiaio di maizena corrisponde un cucchiaio (12-15 g) di frumina.

Farina 00

Se dovete sostituire l’amido di mais per realizzare una preparazione cremosa, potete scegliere – come ingrediente addensante – anche della semplice farina 00, quasi sempre presente in ogni casa.

Riguardo alla quantità di prodotto da utilizzare, sappiate che per ogni cucchiaio di maizena indicato nella ricetta è bene usare due cucchiai (circa 25 g) di farina 00.

Amido di riso

Un altro buon sostituto della maizena è l’amido di riso (ovvero l’amido estratto dall’omonimo cereale), prodotto che, però, non sempre è facile da reperire tanto quanto la farina 00 o la fecola di patate.

L’amido di riso si presenta come una polvere bianca, molto fine e priva di sapore, in grado di dare morbidezza ai dolci da forno e di rendere vellutati al punto giusto semifreddi, gelati, mousse, ma anche creme spalmabili e yogurt.

Se volete sostituire la maizena con questo ingrediente, tenete presente che ad un cucchiaio di maizena corrisponde un cucchiaio (circa 15 g) di amido di riso.

Farina di manioca

Tra le possibili alternative alla maizena nei dolci, è doveroso citare anche la farina di manioca. Si tratta di un prodotto meno conosciuto – almeno in Italia – rispetto a quelli descritti poco fa, ma non per questo meno valido.

La farina di manioca è uno sfarinato che si ottiene raspando le radici dei tuberi della manioca (anche detta cassava o yuca), pianta originaria dell’America meridionale.

Costituita essenzialmente da amido, questa farina ha un ottimo potere addensante.

Se decidete di impiegare questo sfarinato al posto della maizena, sappiate che per ogni cucchiaio di maizena indicato nella ricetta dovete usare due cucchiai (circa 25 g) di farina di manioca.

Arrowroot

E’ giusto ricordare, infine, l’arrowroot (o farina di maranta), un altro ingrediente poco conosciuto ma adatto ad essere impiegato come sostituto dell’amido di mais.

Si tratta di uno sfarinato ricavato dalle radici della maranta, una pianta originaria della foresta equatoriale del Brasile e della Guyana.

Come l’amido di mais, anche l’arrowroot può essere usato sia per addensare preparazioni cremose, come sciroppi, gelati, semifreddi o composte, sia per regalare maggiore morbidezza ai dolci da forno.

Per quel che riguarda la quantità di arrowroot da utilizzare, tenete presente che a un cucchiaio di maizena corrisponde un cucchiaio (circa 15 g) di arrowroot.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons