Come spurgare le cozze

come spurgare cozze dalla sabbiaA differenza di altri molluschi bivalve, come le vongole, le cozze non vivono sui fondali sabbiosi.

Tuttavia, se volete essere certi di non correre il rischio di ritrovarvi sotto i denti qualche fastidioso granello di sabbia mentre state gustando le vostre cozze, il consiglio è quello di procedere, prima di mangiarle crude o cucinarle , al loro spurgo, esattamente come si è soliti fare per le vongole.

Le istruzioni per un corretto spurgo delle cozze

Occorrente

  • un colapasta
  • un grande recipiente
  • acqua salmastra (oppure acqua dolce + sale grosso)

Procedimento

Dopo aver posto le cozze in un colapasta, sciacquatele velocemente sotto acqua corrente fredda.

Trasferitele in un ampio recipiente, possibilmente chiaro e, possibilmente, di vetro o ceramica piuttosto che di plastica o metallo. Quindi, riempite il recipiente con acqua fredda, in quantità tale che le cozze rimangano circa 1-1,5 cm al di sotto del livello dell’acqua.


Un fattore importante da tenere presente è il grado di salinità dell’acqua. L’ideale sarebbe utilizzare dell’acqua di mare, oggi reperibile anche in commercio, ma se non ne avete a disposizione, potete utilizzare dell’acqua dolce (sia di bottiglia, sia, se non molto ricca di cloro, del rubinetto).

In questo caso, una volta versata l’acqua all’interno del recipiente contenente le cozze, aggiungete circa 35-37 g di sale grosso (che corrispondono suppergiù a due cucchiai colmi) per ogni litro di acqua. Così facendo, l’acqua di immersione delle vostre cozze acquisterà una composizione chimica simile a quella dell’acqua di mare.

Mettete il recipiente con le cozze in un luogo fresco o, se è estate e fa molto caldo, direttamente in frigorifero e lasciate riposare le cozze per circa un’ora e mezza. Quindi, scolatele ed eliminate l’acqua e l’eventuale sabbia che i molluschi hanno rilasciato.

Dopo aver ritrasferito le cozze all’interno del recipiente, aggiungete nuovamente acqua di mare oppure acqua dolce e sale grosso.

Lasciate le cozze all’interno del recipiente per circa mezz’ora, avendo cura, però, di smuoverle con le mani ogni 8-10 minuti.

Trascorsa la mezz’ora scolate le cozze, trasferendole di nuovo nel colapasta e ponendo sotto di esso un recipiente di colore chiaro, in modo che possiate notare la sabbia eventualmente rilasciata dai molluschi.

Se sul fondo del recipiente non è presente alcun residuo di sabbia, significa che lo spurgo delle cozze è terminato.

In caso contrario, immergete di nuovo i molluschi in acqua e lasciateli riposare ancora per 10-15 minuti. Quindi, scolateli e sciacquateli un’ultima volta.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons