Come usare al meglio il Grana Padano in cucina

come usare grana padano in cucinaIl rinomato Grana Padano DOP è un prodotto che trova ampio spazio in cucina.

Questo formaggio prelibato, infatti, può essere non solo gustato in purezza o in abbinamento ad altri prodotti, ma anche utilizzato per la realizzazione di molte e diverse ricette.

La degustazione del Grana Padano in purezza

Se volete assaporare il Grana Padano in purezza, magari durante l’aperitivo o a fine pasto, la prima cosa che dovete fare è ricordarvi di tirarlo fuori dal frigorifero circa un’ora prima di consumarlo.

Toglietelo, quindi, dalla pellicola trasparente o dal panno nel quale l’avete avvolto prima di porlo in frigorifero e lasciatelo ossigenare. Facendo ciò consentirete alla pasta del formaggio di rilasciare appieno tutto il proprio gusto e la propria fragranza.


Utilizzando l’apposito coltellino a mandorla, scheggiate la pasta del Grana ricavando piccoli pezzi. Al fine di evitare che le scaglie si asciughino, eseguite questa operazione appena prima di servire il formaggio.

Per cogliere pienamente il gusto del Grana Padano, il consiglio è quello di assaporarlo insieme ad un pane a lievitazione naturalenon condito né aromatizzato con erbe o altri ingredienti.

Gli esperti ritengono che le migliori tipologie di Grana Padano da degustare in purezza siano il Grana Padano DOP Oltre 16 Mesi e il Grana Padano DOP Riserva Oltre 20 Mesi, per via della superiorità qualitativa delle loro caratteristiche organolettiche.

Tuttavia, è innegabile che anche il Grana Padano con stagionatura entro i 16 mesi, benché abbia un sapore più dolce e meno intenso, sia un ottimo formaggio da tavola.

La degustazione del Grana Padano con confetture, aceto balsamico o miele

Le confetture (ma anche mostarde e composte) possono essere un eccellente accompagnamento per il Grana Padano, purché vengano scelte in maniera oculata.

Per non coprire o alterare il sapore del formaggio, infatti, è fondamentale che il prodotto abbia un sapore delicato e piuttosto dolce, così da creare un perfetto equilibrio con l’acidità e la sapidità del Grana Padano.

Tra le preparazioni più indicate ci sono, ad esempio, la confettura di fragole, la confettura di albicocche e quella di pere e vaniglia.

Il Grana Padano DOP Riserva Oltre 20 Mesi, poi, è ottimo anche degustato insieme al miele, soprattutto quello di eucalipto, e all’aceto balsamico (o crema di aceto balsamico).

La degustazione del Grana Padano con i salumi

Gli esperti sostengono che un altro ottimo connubio sia quello tra il Grana Padano, meglio se di lunga stagionatura, e i salumi.

Tra i salumi che più si prestano ad essere degustati in accompagnamento a questo formaggio ci sono il prosciutto crudo e il culatello, dolci e saporiti al tempo stesso.

L’uso del Grana Padano per la preparazione di molte ricette

In quali ricette usare il Grana Padano DOP stagionato da 9 a 16 mesi?

Creme, salse e altri composti fluidi

Questa tipologia di Grana Padano si presta, innanzi tutto, alla preparazione di cremesalse e altri composti in cui sia necessario il totale scioglimento del formaggio.

Il Grana Padano di questa stagionatura, infatti, si stempera nei liquidi molto facilmente.

Piatti da cuocere in forno

Il Grana Padano stagionato da 9 a 16 mesi, inoltre, risulta molto adatto, preferibilmente grattugiato, ad essere impiegato per la realizzazione di ricette che richiedono la cottura in forno e una successiva gratinatura.

In fase di cottura l’umidità che questo Grana Padano contiene evapora lentamente e il vapore acqueo che si forma ritarda la caramellizzazione superficiale del piatto e, di conseguenza, facilita una cottura perfettamente omogenea.

Piatti freddi

Grazie al suo sapore dolce e delicato e alla sua impermeabilità al grasso dei condimenti, il Grana Padano con stagionatura entro i 16 mesi è anche adatto ad essere utilizzato, specialmente tagliato a scaglie, per completare vari tipi di preparazioni fredde, come insalate, pinzimoni, carpacci di carne o pesce e piatti di bresaola.

In quali ricette usare il Grana Padano DOP Oltre 16 Mesi?

Il Grana Padano DOP Oltre 16 Mesi (la cui stagionatura è compresa tra i 16 e i 20 mesi), oltre ad essere un formaggio adatto alla grattugia ed ottimo come formaggio da pasto, si presta ad essere impiegato in molte ricette.

Prodotti lievitati, farciture e ripieni

Il sapore del Grana Padano DOP Oltre 16 Mesi, deciso e persistente ma mai aggressivo, non si sovrappone agli altri sapori ed è in grado di armonizzare e bilanciare le caratteristiche organolettiche degli ingredienti con cui viene abbinato.

Ciò rende questo formaggio particolarmente adatto ad essere impiegato nella preparazione di pizze, focacce e crostini, ma anche farciture per torte salateripieni di carne o verdure per pasta, fagottini e crocchette.

Cialde croccanti

Per via della scarsa quantità di acqua che contiene e della buona concentrazione di grassi, il Grana Padano DOP Oltre 16 Mesi risulta perfetto anche per realizzare gustose e croccanti cialde di formaggio, da mangiare al posto del pane o come sfizioso finger food.

In quali ricette usare il Grana Padano DOP Riserva?

Il suo carattere forte e la ricchezza di aromi variegati e complessi che possiede rendono il Grana Padano DOP Riserva (stagionato per oltre 20 mesi) un ottimo formaggio da gustare in purezza, magari accompagnato da un buon vino bianco o rosso.

In alternativa, però, questo formaggio può anche essere impiegato per insaporire e completare vari tipi di piatti.

Primi piatti

Le preparazioni che più si prestano ad essere arricchite con Grana Padano DOP Riserva sono i primi piatti.

Questa tipologia di Grana Padano DOP, infatti, è ottima per mantecare risotti in maniera impeccabile o per condire zuppeminestre e piatti a base di pasta.

Infatti, grazie alla prolungata stagionatura e, di conseguenza, alle eccellenti qualità organolettiche che lo contraddistinguono, il Grana Padano non rischia di creare masse compatte sul piatto né filamenti poco gradevoli sia alla vista sia al palato.

 

 

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons