Cucinare una quaglia senza rovinarla

quaglia da cucinareIl titolo è un po’ duro, e magari credi che non stiamo riponendo troppa fiducia nelle tua capacità. il problema non sei tu, ma la quaglia. Si tratta di un volatile selvatico, dal sapore e dalle carni estremamente delicate.

Rovinarla è questione di 30 secondi, quindi arriva in fondo a questa guida, fatti coraggio, e comincia a fare i primi tentativi.

Selvaggina anomala

La quaglia è anomala per tutta una serie di questioni: è piccola, ha una carne estremamente delicata e ha un sapore, almeno se paragonato agli altri volatili selvatici, altrettanto delicato.

In aggiunta a queste problematiche, la quaglia ha carni molto magre, che sono la ciliegina sulla torta per un disastro imminente. Le proteine sono tutte difficili, è vero, ma la quaglia è in grado di mettere in difficoltà anche chef con una certa esperienza.


Come cuocerla

La quaglia può essere cucinata al forno, alla griglia e perché no, anche in padella. Ognuno di questi metodi ha diversi accorgimenti e diverse tecniche.

Prima di qualunque di queste preparazioni la quaglia va tirata fuori dal frigo, portata  a temperatura ambiente e asciutta con un panno carta. 

Al forno

Prima di essere messa in forno, la quaglia andrebbe scottata in una padella ricoperta con un grasso animale o vegetale. Si può scegliere tanto l’olio d’oliva quanto un burro di qualità, a seconda del gusto che preferite.

Conditela con olio, pepe, le spezie che preferite (attenzione a non coprire il gusto delicato di questo animale) e scottatela su una padella ben calda, stando attenti però a non bruciarla.

Una volta scottata, può essere adagiata su una teglia e infornate a 180° C. La cottura deve essere estremamente breve, pena il ritrovarsi una quaglia troppo asciutta e dura. 8-10 minuti sono più che sufficienti. Regolatevi a seconda della grandezza dell’animale che avete acquistato.

E’ il grande dramma delle carni magre e degli animali così piccoli. 30 secondi in più e invece di cacciagione servirete una suola dura.

Alla griglia

Possiamo cuocerla anche alla griglia. Seguiamo le stesse avvertenze per quella al forno. Tiriamola fuori dal frigorifero, asciughiamola e poi ricopriamola con uno strato d’olio o di altro grasso, condiamo con sale, pepe e le altre erbe e spezie che avete scelto.

Appoggiatela sulla griglia ben calda dal lato del petto. Fatela cuocere per 4-5 minuti per lato.

Seguite la cottura secondo per secondo. Non appena la quaglia sembrerà morbida al tatto con un colorito bruno, è il momento di tirarla via, farla riposare sul piatto per la stessa durata della cottura, e poi servirla.

 

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons