Loading...

Galateo: come servire i piatti in tavola


Il galateo è ormai un termine noto a tutti, ma forse pochi sanno che la sua origine risale a diversi secoli addietro. E nonostante ciò, al giorno d’oggi è più che mai attuale, lo ritroviamo nelle rubriche dei settimanali, nei libri, addirittura in televisione sono nati diversi show ad esso ispirati.

Il bon ton investe diversi campi della nostra vita sociale, dal passeggiare in strada all’abbigliamento, al nostro modo di stare a tavola, ed è esattamente questo ciò di cui vogliamo parlare oggi.

Ci concentreremo non tanto sul nostro modo di essere buoni commensali, ma sul come, invece, dovremmo essere serviti.

Il galateo a tavola

Se ci troviamo in casa ed abbiamo organizzato una cena, rispettare le buone regole del galateo potrebbe non essere così semplice, soprattutto se non abbiamo a nostra disposizione del personale specializzato e dovremo quindi essere noi stessi a servire in nostri commensali.


Affrontiamo in primo luogo il modo in cui le portate devono essere portate e come ritirate. In primo luogo il cibo deve essere già individualmente impiattato per ogni commensale, non è contemplato il vassoio centrale.

Dovremo entrare da sinistra e porgere, quindi, il piatto alla destra del nostro invitato, mentre i piatti sporchi andranno ritirati alla sua sinistra.

L’ordine con cui dovremo procedere sarà: prima servire l’ospite femminile più importante, poi tutte le altre donne a tavola, infine la padrona di casa, (ammesso che non si tratti di noi); poi procederemo allo stesso modo per gli uomini: prima l’ospite più importante, poi tutti gli altri ed infine il padrone di casa.

Per quanto riguarda, invece, il vino, il primo assaggio viene servito al padrone di casa, che ne giudicherà la qualità. Si procederà poi a servire il vino come indicato sopra o potrà essere lui stesso a servire, per poi riempire il proprio bicchiere alla fine.

L’ordine delle portate

E’ utile da ultimo ricordare il giusto ordine delle portate, cosa che più spesso causa confusione:

  • Antipasto;
  • Brodo o Pasta;
  • Pesce;
  • Carne;
  • Formaggi;
  • Dolce;
  • Frutta;
  • Caffè.

Seguono ovviamente regole interne ad ogni portata. E l’ordine, però, può essere sovvertito in caso di cene o pranzi informali.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons