Gnocchi di patate: ecco come prepararli a casa

ricetta-gnocchi-patateOttimi con i più svariati condimenti (da un semplice sugo di pomodoro a condimenti più elaborati e particolari), gli gnocchi di patate sono una delle preparazioni tipiche della gastronomia italiana più conosciute e apprezzate al mondo.

Gli gnocchi di patate confezionati sono – senza dubbio – molto pratici, poiché richiedono soltanto di essere tuffati in in acqua bollente e, una volta cotti, conditi. Ma si può dire che siano buoni come quelli fatti in casa? Decisamente no.

Se, dunque, desiderate preparare gli gnocchi di patate con le vostre mani, ecco tutte le indicazioni e i consigli che vi occorrono per ottenere un risultato davvero impeccabile.

La ricetta

Ingredienti (per 4-5 porzioni)

  • 1 kg di patate
  • 300 g di farina 00
  • 1 uovo
  • sale fino

Quali patate scegliere?

Per ottenere gnocchi che assorbano poca farina e tengano bene la cottura, non dovete affatto sottovalutare la scelta delle patate, che non sono tutte uguali e – quindi – tutte adatte a questo tipo di preparazione.


E’ importante che scegliate patate caratterizzate da una pasta farinosa (dovuta all’elevata quantità di amido contenuta).

A possedere tali caratteristiche sono soprattutto le patate a pasta bianca (e, in minor misura, quelle a pasta gialla e buccia rossa), utilizzando le quali dovrete aggiungere poca farina all’impasto e, quindi, potrete assaporare gnocchi in cui prevalga il gusto autentico delle patate.

Se, al contrario, usate patate con polpa tenera e acquosa (ad esempio, patate novelle), la quantità di farina occorrente per la preparazione dell’impasto è maggiore. E il rischio è quello di ottenere gnocchi con uno spiccato sapore di farina ed una consistenza collosa.

Procedimento

Per prima cosa versate abbondante acqua in una casseruola e portatela a bollore.

Nel frattempo, lavate le patate sotto acqua corrente.

Quando l’acqua arriva a ebollizione salatela, tuffatevi le patate – ancora con la buccia – e fate cuocere queste ultime per 35-40 minuti o fin quando, infilzate con i rebbi di una forchetta, non risultano ben morbide.

Una volta pronte, scolatele e, dopo averle fatte leggermente raffreddare, pelatele.

Passatele nello schiacciapatate e fatele ricadere sulla spianatoia sulla quale lavorerete l’impasto dei vostri gnocchi.

Dopo aver aggiunto alle patate la farina, prima setacciata, e un pizzico di sale fino, cominciate a lavorare il tutto con le mani.

Quindi, unite l’uovo al composto di patate e farina ed impastate ancora per qualche minuto: dovrete ottenere un impasto morbido, ma omogeneo e compatto. Ricordate che l’impasto degli gnocchi deve essere lavorato il meno possibile, giusto il tempo necessario affinché gli ingredienti si amalgamino tra loro.

Dividete la pasta in filoni sottili – aventi ciascuno un diametro di un paio di cm – e da ogni filoncino ricavate tanti gnocchi lunghi 2 cm.

A mano a mano che tagliate gli gnocchi, poneteli su un vassoio infarinato.

Quindi, per creare su di essi le caratteristiche striature, fate scivolare ogni gnocco sulla superficie del rigagnocchi (strumento apposito per eseguire questa operazione). In alternativa, potete rigare i vostri gnocchi pressandoli leggermente con i rebbi di una forchetta.

Una volta striati tutti gli gnocchi, lasciateli riposare all’aria per 15-20 minuti, così che si secchino leggermente in superficie. Ricordate che questa fase è molto importante, poiché farà sì che – in cottura – gli gnocchi mantengano forma e striatura.

Fate cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata e, possibilmente, all’interno di una pentola molto capiente. Prima di tuffarli nell’acqua, però, ricordate di smuoverli un po’, così da far scivolare via l’eventuale farina in eccesso.

A mano a mano che vengono a galla, prelevateli con un mestolo forato e trasferiteli nel tegame in cui, nel frattempo, avrete preparato il condimento.

Rigirateli nel condimento con delicatezza, in modo da condirli uniformemente senza che si sfaldino.

Quindi, non dovete fare altro che distribuirli nei piatti e servirli ben caldi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons