Graffe Napoletane: la Ricetta per farle a Casa

graffeLe graffe napoletane sono delle squisite ciambelle fritte che sono uno dei tanti vanti della pasticceria napoletana. Chi non vive in questa splendida città, però, potrebbe avere qualche problema a reperirle sul mercato, motivo per il quale abbiamo deciso di donare ai nostri lettori una ricetta che gli permetterà di realizzarle a casa, senza alcun tipo di problema.

Vediamo insieme come prepararle e come cuocerle, per un risultato che farà invidia ai migliori bar di Napoli.

Gli ingredienti

Gli ingredienti che vi proponiamo sono per l’impasto di circa 15 graffe di medie dimensioni. Avremo bisogno di:

  • Farina 00 100 grammi;
  • 100 ml di latte fresco;
  • 6 grammi di lievito di birra fresco;
  • 300 grammi di farina di manitoba;
  • 30 grammi di zucchero semolato;
  • 5 grammi di sale;
  • 2 uova di grandi dimensioni;
  • 1 cucchiaino di miele;
  • 200 grammi di patate rosse;
  • 80 grammi di burro;
  • La scorza di un limone di buona qualità;
  • 50 grammi di farina 00 per l’impasto (la precedente servirà per il lievitino);
  • Olio per friggere;
  • Burro per imburrare;
  • Zucchero per guarnire.

La preparazione

La preparazione delle graffe è piuttosto complessa. Cominciamo con il preparare le patate. Laviamole per bene e mettiamole a lessare intere, con tutta la buccia. Nel frattempo che cuoceranno, potremo preparare il lievitino. In una ciotola dovremo inserire la farina setacciata, il lievito di birra e il latte, che deve essere tiepido. Mescoliamo per bene fino ad ottenere un impasto per quanto possibile omogeneo.


Copriamo la ciotola del lievitino con della pellicola trasparente. Facciamolo lievitare in forno spento, possibilmente con la luce accesa e lasciamolo lì per 1 ora.

Le patate nel frattempo dovrebbero essere cotte: peliamole e schiacciamole per bene, facendo attenzione che non abbiano grumi. Mettiamo in una ciotola le due diverse farine, le patate, il cucchiaino di miele, le uova sbattute e cominciamo ad impastare. Si può usare una planetaria, ma si può procedere anche a mano. Quando il composto sarà completamente compatto, possiamo aggiungere il lievitino. Aggiungiamo il sale e il burro e continuiamo ad impastare, fino a quando il composto non sarà completo e tutti gli ingredienti ben incorporati.

Mettiamo l’impasto su una spianatoia e creiamo prima delle palline, poi delle ciambelle. Facciamole lievitare nel forno spento e con la luce accesa, per 1 ora, per poi friggere il tutto in una pentola con olio bollente. Quando saranno dorate, dovremo rimuoverle, passarle nello zucchero e poi servirle, possibilmente ancora calde.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons