Loading...

I segreti per conservare correttamente il pesce


Con questo articolo apriamo uno speciale il tre puntate sulla conservazione dei cibi in casa concentrandoci su pesce, carne e vegetali.

La conservazione fai da te del pesce è probabilmente la più complessa ed è anche per questo che si è portati solitamente a consumarlo da fresco o ad acquistare prodotti congelati direttamente a bordo delle navi che hanno una data di scadenza assai più lunga.

Conservare i prodotti ittici non è però da considerarsi impossibile anche perché, quando parliamo di conservazione, non per forza ci riferiamo a quella a lunga durata ma anche al tenere in casa per un giorno quello che abbiamo acquistato al mattino.

Cosa conservare e per quanto tempo

Il primo punto è proprio questo, non possiamo stabilire una strategia senza prima aver chiaro in mente quale specie stiamo conservando e per quanto dobbiamo tenerla in frigo.


Se intendiamo cucinare il pesce entro 12/24 ore la cosa più importante è impostare la giusta temperatura, intorno ai 4 gradi, ed assicurarci che si trovi nel ripiano più freddo del nostro frigorifero.

Nel caso invece servirà mantenerlo intatto per più tempo le cose si complicano ed il pesce dovrà per forza essere congelato in ghiacciaia dopo però essere stato attentamente pulito, lavato, asciugato e riposto in un contenitore adatto o in un’apposita pellicola.

A specie diverse corrispondono poi anche tempi di conservazione diversi, infatti bisogna ricordarsi che maggiore è la quantità di grasso presente nella carne del pesce minore sarà il tempo di conservazione.

Pesci magri come la sogliola possono rimanere in congelatore anche per 6 mesi ma già con tipologie più grasse come salmone ed anguilla i tempi finiscono per dimezzarsi.

Attenzione anche allo scongelamento

La stessa attenzione che va messa nel congelare dovrebbe essere impiegata anche nel processo inverno altrimenti i danni potrebbero anche essere maggiori.

Il pesce va scongelato lentamente, prima in frigo e successivamente a temperatura ambiente, e lo scongelamento deve essere completamente ultimato prima di poter iniziare la cottura.

Scordatevi quindi il microonde o le piastre apposite e resistente alla tentazione di metterlo in forno o sulla pentola ancora ghiacciato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons