Loading...

La farina migliore per il pane


La passione per la panificazione ha sempre più adepti, ora fare il pane in casa per molti è diventata una sana abitudine e un momento di condivisione famigliare.

La panificazione è un’arte che, per essere praticata al meglio, ha bisogno di approfondite conoscenze delle reazioni tra gli ingredienti.

Cosa occorre per fare il pane?

Per quanto riguarda gli utensili possiamo trovare decisamente utile una spianatoia in acciaio, legno o silicone. Avremo bisogno inoltre di una spatola per tagliare e raschiare residui di impasto.

Altri strumenti facoltativi sono i contenitori appositi per la lievitazione e i panni di lino per coprire l’impasto. Per le prime cotture andranno bene le teglie del forno ma sicuramente vi appassionerete e vorrete avere una pietra refrattaria che assicura la consistenza simile al prodotto industriale.


Qual è la migliore farina da usare?

Il pane è l’alimento simbolico per eccellenza, l’essenzialità della sua ricetta che prevede di base solo acqua, lievito e farina, per assurdo lo rende uno degli alimenti più complicati da fare.

Se scegliamo materie prime scadenti, aggiungiamo inutili ingredienti o lavoriamo male il composto sicuramente il risultato non sarà mai quello desiderato. La scelta più importante da fare è quella della selezione della migliore farina da utilizzare.

L’ingrediente protagonista per la panificazione deve, innanzitutto, essere ricco di glutine. La forza della farina è la quantità di glutine che questa sviluppa ed è direttamente proporzionale alla sua lievitazione.

La farina di grano tenero è una delle migliori da usare perché ricca di amido ma povera di proteine e fibre. La farina più raffinata è la farina 00, molto facile da lavorare ma ultimamente meno usata dai professionisti.

Oggi siamo più orientati sull’uso di farine meno raffinate (come la 1 o la 2) o addirittura di farine integrali che hanno più minerali e fibre alzando di poco la glicemia, pur avendo un sapore un pò intenso.

Una menzione speciale spetta alla farina manitoba, un prodotto originario del Canada e del Nord America in generale.

Il grano in queste zone si è adattato al clima rigido sviluppando una buona percentuale di glutine e proteine per sopravvivere ed è questa la principale ragione per la quale è un validissimo alleato per lievitati perfetti, gonfi, soffici e morbidi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons