Noce moscata: conoscerla e imparare a riconoscere quella buona

noce moscata dolci salatiLa noce moscata è una spezia sempre più apprezzata in cucina e il suo impiego in ambito culinario va dalle preparazioni più semplici a quelle più elaborate, dai primi e secondi piatti a raffinati dessert.

Ma sono in pochi a conoscere davvero questa spezia e a saperla usare valorizzandone il sapore deciso.

Ecco tutto ciò che dovete sapere sulla noce moscata per impiegarla al meglio in cucina, proprio come uno chef.

Acquisto, conservazione e uso in cucina della noce moscata

L’acquisto della noce moscata

La noce moscata altro non è che il seme di un albero originario delle isole Molucche, la Myristica Fragrans.


Di questa spezia, che in cucina viene impiegata sotto forma di polvere, sono presenti in commercio sia i semi interi, da grattugiare poco prima dell’utilizzo, sia i semi già macinati e contenuti in piccoli contenitori trasparenti.

Il modo migliore per godere appieno dell’aroma caldo e intenso della noce moscata è quello di acquistarne i semi interi, grattugiandoli soltanto al momento di utilizzarli.

I semi di noce moscata possono essere di colore marrone o, se decolorati, bianchi. In entrambi i casi, al momento della scelta assicuratevi che il colore sia lucente e piuttosto uniforme.

Come conservare la noce moscata?

Se avete acquistato la noce moscata in semi interi ponetela in un contenitore ben sigillato, possibilmente di vetro e a chiusura ermetica.

Se avete la noce moscata già macinata conservatela nel barattolino in cui l’avete acquistata, assicurandovi che rimanga ben chiuso.

In entrambi i casi riponete il contenitore con la vostra spezia in un luogo fresco, asciutto ed al riparo da luce e fonti di calore.

Un piccolo controllo qualità

Se la vostra noce moscata è scaduta o è passato molto tempo da quando l’avete acquistata ecco due piccoli trucchi per accertarsi che sia ancora buona e utilizzabile.

Per verificare la qualità dei semi interi il consiglio è quello di infilare un ago all’interno del seme: se fuoriesce una goccia oleosa significa che la noce moscata è ancora fresca e in perfette condizioni.

Per controllare la bontà della noce moscata già macinata potete prenderne alcune scaglie e strofinarle tra le dita: se la spezia non rilascia traccia del proprio aroma vuol dire che ha perso il suo sapore e le sue proprietà e, quindi, è meglio non usarla.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons