Pasqua: come fare le uova di cioccolato in casa

cioccolato uovoSono tante le tipologie di uova di cioccolato presenti in commercio, grandi o piccole, classiche al latte ma anche fondenti, al cioccolato bianco o con le nocciole.

Ma perché non provare a realizzare delle gustose uova di cioccolato in casa? Saranno sicuramente più economiche, sane e, volendo, anche personalizzate.

Ecco ciò che dovete fare per preparare con le vostre mani delle uova di Pasqua davvero perfette.

La ricetta delle uova di cioccolato

Ingredienti e attrezzatura

  • 500 g di cioccolato al latte
  • 2 mezzi stampi per uova di cioccolato (in plastica o metallo)
  • un termometro da cioccolato
  • un paio di guanti di lattice
  • piccolo regalo da mettere all’interno dell’uovo (facoltativo)

Se preferite, potete sostituire il cioccolato al latte con la stessa quantità di cioccolato fondente. In questo caso, però, ricordatevi di applicare temperature di 2 gradi superiori a quelle indicate per il cioccolato al latte. Se, invece, scegliete il cioccolato bianco sono valide le temperature utilizzate per quello al latte.


Procedimento

Rompete il cioccolato in pezzi grossolani e mettetelo in una casseruola. Fatelo sciogliere a bagnomaria finché avrà raggiunto una temperatura di 45°C. Nel frattempo mescolatelo continuativamente con un cucchiaio di legno.

Una volto sciolto, lasciate che il cioccolato si raffreddi fino a raggiungere 35°C. Quindi, rovesciatene i 3/4 su un piano in marmo o acciaio e allargatene la massa stendendola in uno strato sottile.

Lavorate il cioccolato fuso aiutandovi con due spatole. Dopo aver preso il cioccolato con la lama della prima spatola fatelo ricadere, con l’ausilio della seconda, sul piano di marmo o acciaio, avendo cura di non incorporare aria.

Quando il cioccolato sul piano raggiunge i 27°C versatelo nuovamente nella casseruola, dove avete lasciato il resto del cioccolato fuso, e rimettetelo a cuocere a bagnomaria finché non sarà arrivato a 29°C.

Per controllare che il temperaggio sia ben riuscito mettete un po’ di cioccolato su una spatola ed attendete che si solidifichi (occorreranno circa 3 minuti). Se avete eseguito correttamente tutte le operazioni il cioccolato risulterà lucido e croccante.

Versate il cioccolato negli stampi, riempiendoli per poco più di 1/3. e ruotate gli stampi perché il cioccolato possa distribuirsi uniformemente su tutta la loro superficie.

Adagiate gli stampi capovolti sopra una placca foderata con carta forno e attendete che il cioccolato si raffreddi e solidifichi completamente.

Dopo circa mezz’ora, indossati i guanti di lattice per non lasciare impronte sul cioccolato, potete sformare le mezze uova.

Dopo aver posto, se volete, una piccola sorpresa in una delle metà dell’uovo, procedete a unire tra loro le due parti di uovo. Per far questo potete poggiare per alcuni secondi i bordi delle mezze uova su una placca precedentemente scaldata un po’ in forno o, in alternativa, distribuire sui bordi dell’uovo, utilizzando una sac à poche o la punta di un coltello, un po’ di cioccolato fuso.

Fate combaciare i bordi delle mezze uova ed attendete che si saldino del tutto tra loro.

A questo punto il vostro uovo di cioccolato è pronto per essere incartato e regalato oppure…mangiato.

Qualche altro utile consiglio

Scegliere lo stampo

Se siete alle prime armi, il consiglio è quello di non utilizzare stampi in metallo, ma di preferire quelli in plastica. Con questi ultimi, infatti, meno rigidi dei primi, vi sarà più facile sformare le metà uovo, semplicemente facendo un po’ di pressione sulla superficie dello stampo stesso.

Nel caso l’uovo faccia comunque fatica ad uscire dalla forma, potete aiutarvi con la punta di un coltello a lama piatta.

Decorare l’uovo

Per abbellire e personalizzare il vostro uovo di cioccolato potete applicare decorazioni di zucchero o nastri di stoffa oppure, usando la sac à poche, creare scritte e ghirigori con del cioccolato fuso.

Varianti particolari

Per preparare un uovo di cioccolato ancora più gustoso potete arricchirlo con qualche ingrediente in più, ad esempio nocciole o mandorle tritate, riso soffiato, caffè in polvere o scorza di arancia candita.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons