Loading...

Prosciutto spagnolo: come si usa in cucina


Avrete sicuramente sentito parlare del prosciutto spagnolo, che seppur non famoso come la paella, praticamente piatto nazionale della penisola iberica, è uno dei prodotti alimentari più apprezzati di questa nazione anche all’estero.

Il prosciutto spagnolo viene considerato un prodotto di alta cucina, soprattutto la sua versione più pura, la pata negra, ottenuta da incroci più o meno puri del maiale iberico con altre razze.

Per potersi fregiare del titolo, il prosciutto deve essere composto almeno per la metà da carne di suino iberico puro.

Principali tipologie di prosciutto spagnolo

Il gusto del pata negra è molto saporito e la sua consistenza sembra quasi cremosa, sicuramente morbida, troviamo poi anche jambon iberico e jambon serrano, più simili al nostro prosciutto vengono considerati di qualità leggermente inferiore, ma comunque molto gustosi.


Vista l’alta qualità di questi prodotti, il loro impiego in cucina non è in realtà così vario, si tende infatti a consumarli da soli, al limite accompagnati da pane o salse, ma difficilmente vengono impiegati come ripieni o componenti di ricette più complesse.

Nell’essere consumati singolarmente, la tradizione vuole che le fette di prosciutto vengano leggermente riscaldate per esaltarne il sapore e il profumo intenso.

Sebbene in Italia siamo abituati a consumare il prosciutto in panini o mescolato con altri ingredienti per torte rustiche, pasta, gateau, in Spagna il discorso è completamente diverso, il prosciutto di per sé costituisce il centro della portata.

Il piatto-vulcano, creato appositamente per il prosciutto spagnolo

L’usanza del prosciutto caldo è così radicata che è nata una tipologia di piatto creata appositamente per esaltare il valore del prosciutto spagnolo, viene chiamato il piatto vulcano, a causa della sua forma conica su cui vengono adagiate le fette di prosciutto.

Il vulcan-dish consiste in un cono di ceramica con un foro centrale ed alcuni fori lungo le pareti. Il cono poggia poi su altro piatto che funge da base.

All’interno del vulcano viene posta una semplice candela che riscalda leggermente le pareti di ceramica e lascia fuoriuscire aria calda dai fori, facendo sciogliere leggermente il grasso presente nel prosciutto portando in superficie odori e sapori altrimenti impossibili da cogliere.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons