Come pulire l’avocado: la guida completa

avocado come pulireL’avocado è diventato un frutto utilizzato sempre più di frequente all’interno della nostra cucina, nonostante sia un frutto che con la nostra storia culinaria ha davvero pochissimo, per non dire nulla, a che fare.

Utilizzarlo in cucina però è di fondamentale importanza, soprattutto per chi vuole davvero cominciare a cucinare come uno chef. Preparare sushi e guacamole senza avocado è qualcosa che non ha alcun tipo di senso.

Per questo motivo pulirlo al meglio diventa una necessità per il bagaglio di tecniche di ogni chef che si rispetti.

Vediamo insieme come fare.


Come pulire l’avocado, salvando sia la forma che il gusto

Innanzitutto dovremo partire dalla scelta dell’avocado, dato che per inserirlo nelle nostre ricette deve essere assolutamente perfetto.

Il primo impatto è quello del colore: deve essere verde scuro, color bosco e non di un verde tenue. Successivamente potremo tastarlo: se non è duro come plastica, ma leggermente soffice (anche se non deve spappolarsi), allora è della maturità giusta. Nel caso in cui non sia già della maturità giusta, possiamo comprarlo ancora poco maturo e aspettare fino a 7 giorni, per maturare in casa.

Nel caso in cui dovessimo acquistare un avocado non maturo, dovremo metterlo in un sacchetto di carta, possibilmente in compagnia di qualche mela. Nel caso in cui invece la maturazione volessimo arrestarla, dovremo procedere nel modo contrario, ovvero andando a limitare quelle che sono le procedure di maturazione e mettendolo in frigorifero.

Una volta che avremo nelle nostre mani un avocado maturo, potremo procedere lavandolo sotto l’acqua corrente. Laviamolo per bene perché la pelle dell’avocado è porosa e può dunque contenere più di qualche residuo.

Tagliamolo a metà: occhio però, perché al centro c’è un grosso nocciolo, quindi la lama va affondata possibilmente con cautela. Una volta raggiunto il nocciolo, dovremo farla roteare per tagliare a metà il frutto. Applichiamo una leggerissima pressione e poi procediamo con l’apertura a metà. Una volta che avremo separato le due metà, con un coltello ben affilato dovremo rimuovere la buccia, che non è commestibile.

Nel caso in cui non dovesse servirci intero, potremo anche utilizzare un cucchiaio, usandolo però con delicatezza ed evitando di strappare la pelle.

La pulizia del nostro avocado è finalmente giunta al termine!

Buon appetito.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons