Come pulire telline e arselle

telline puliziaLe telline sono tra i frutti di mare considerati, erroneamente secondo noi, meno nobili dalla cucina di livello. Difficilmente si trovano nei migliori ristoranti, anche se crediamo che un ottimo chef debba avere una certa maestria anche con questo ingrediente, che può arricchire in modo deciso sia i risotti che le zuppe di pesce.

Oggi ci occupiamo di come pulire le telline, un’operazione facile ma necessaria per evitare che nel nostro piatto finisca la sabbia, rovinando tutto e costringendoci a cucinare di nuovo le nostre preparazioni.

Vediamo insieme come fare.

Le telline si devono spurgare?

Sì, le telline vanno spurgate, in quanto al loro interno potrebbero esserci dei quantitativi di sabbia importanti. Per questo motivo le arselle (questo il loro nome alternativo), vanno messe in un bagno di acqua fredda e sale per almeno due ore. Nel caso in cui la sabbia sia molta, l’operazione va ripetuta almeno 3 volte.


Come si spurgano le telline?

Si deve preparare una ciotola molto capiente e ricoprire completamente le telline di acqua fredda e sale. Bisognerà poi trasferire il tutto all’interno del frigorifero e aspettare che la natura faccia il suo corso. Se, in fondo alla ciotola, dovesse esserci troppa sabbia, dovremo risciacquare il tutto e ripetere l’operazione, fino a quando non avremo ottenuto un’acqua ben pulita.

Scartare subito le telline aperte

Si tratta di una norma che dovrebbe essere applicata a tutti i molluschi e che vale anche per le arselle e le telline. Nel caso in cui fossero aperte prima della cottura, dovrebbero essere immediatamente scartate. Si tratta in quel caso infatti di animali morti, che sono pericolosi per il consumo da parte degli esseri umani (in quanto potrebbero essere portatori di patologie e agenti patogeni). Per questo motivo scegliamo soltanto per i nostri piatti delle telline che siano ancora perfettamente sigillate prima della pulizia e della cottura.

Il guscio non va pulito

Il guscio della tellina è in genere pulito abbastanza da non richiedere pulizie aggiuntive. Basterà far scorrere il prodotto sotto l’acqua per avere qualcosa di sicuro da inserire nelle nostre ricette.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons