Quale vino usare per un Aperitivo?

vino rosso per aperitivoL’aperitivo è un pasto, o meglio, un pre-pasto che è diventato ormai il protagonista assoluto delle serate all’italiana. Basta un Campari o uno Spritz ed è subito festa a base di stuzzichini, salumi, paste fredde e preparazioni fritte.

Chi ha un palato più esigente, però, potrebbe giustamente desiderare un vino per l’aperitivo, qualcosa di più consistente e profondo di un bitter alcolico.

Vediamo insieme quali scegliere per un aperitivo davvero a prova di bomba.

I bianchi

Nell’aperitivo si sceglie in genere una varietà di bianco, in quanto sono quelli dal sapore più leggero e meno impegnativo che meglio si sposano con i piatti leggeri e poco importanti che si preparano per questo pre-pasto.


Il vero principe? Ve lo diciamo subito.

Prosecco

Il prosecco è forse il vino più indicato per chi vuole preparare un aperitivo coi fiocchi. Le bollicine son pur sempre bollicine e, nonostante sia un prodotto ritenuto meno pregiato degli champagne francesi, è semplicemente ottimo per queste circostanze.

Vi consigliamo, però, con una piccola spesa aggiuntiva, di acquistarne uno di quelli buoni, come i Valdobbiadene DOC, i processi della linea Ferrari e Bellavista.

Negli ultimi anni anche il meridione ha cominciato ad offrire prosecchi degni di questo nome e, chi è leggermente più esperto, può anche provare ad avventurarsi al di fuori dei canoni che vi abbiamo consigliato.

Rosso, perché no?

Stiamo vivendo un periodo di estrema sperimentazione culinaria, sperimentazione che deve passare anche per il vino. Perché, dunque, non uscire dalla monotonia delle bollicine bianche e tentare la fortuna con un bel rosso?

Merlot

Il merlot, con il suo gusto delicato e non eccessivamente tannico, è forse il rosso più adatto per un aperitivo. Vi consigliamo di scegliere, anche qui, un prodotto di buona qualità, perché se è vero che l’aperitivo è ritenuto un pasto spensierato, è altrettanto vero che con una piccolissima differenza possiamo portarci a casa vini che ci invidiano in tutto il mondo.

Il rosé? Sempre prosecco

Si può scegliere anche un vino rosé, la cui acidità però deve essere controbilanciata dalle bollicine: meglio, dunque, scegliere un rosé preparato a metodo Champagne oppure prosecco. I vostri ospiti rimarranno semplicemente a bocca aperta.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons