Quali funghi si possono mangiare crudi?

scegliere tipologie funghi crudiAlcune specie di funghi, ciascuna caratterizzata da aroma e sapore propri, oltre ad essere consumate previa cottura possono essere gustate anche crude.

Ecco quali tipologie di funghi possono essere mangiate crude, ricordando comunque di evitare consumi eccessivi perché, rispetto a quelli cotti, i funghi crudi risultano più difficilmente digeribili.

Funghi crudi: Porcini, Champignon, Ovoli buoni,

I funghi crudi solitamente sono utilizzati per la realizzazione di gustose insalate, conditi con sale, pepe, prezzemolo, olio extravergine di oliva e, talvolta, formaggio parmigiano a scaglie, ma si prestano anche ad altri impieghi, ad esempio come ingrediente per il condimento di gnocchi, pasta e risotti.

Ciascuna delle diverse specie di funghi che possono essere gustate crude conferisce al piatto un profumo ed un gusto particolare e diverso.


I Porcini crudi

I funghi Porcini sono caratterizzati da carni sode, compatte e bianche, il cui colore rimane invariato anche dopo il taglio del fungo.

Questi funghi hanno un gambo di colore biancastro ed un cappello che, a seconda della tipologia di Porcino, può andare dal beige al marrone.

Sono molto profumati ed hanno un gusto particolare, lievemente dolce. Alcune specie di funghi Porcini hanno un sapore che ricorda quello della nocciola.

Gli Champignon (o prataioli) crudi

I funghi Champignon, noti anche come prataioli, sono tra le varietà di funghi più commercializzate e impiegate in cucina.

Questi funghi sono caratterizzati da carni sode, corpose e di colore prevalentemente bianco, talvolta con leggere sfumature rossastre.

Il profumo di questo fungo è piuttosto forte ma gradevole, così come gradevole è il sapore dolciastro, particolarmente intenso negli esemplari più maturi.

Sebbene i funghi Champignon siano ottimi anche mangiati cotti, sono in molti a preferirli crudi, così da poter godere pienamente di profumi e sapori del prodotto.

Gli Ovoli buoni (o Amanita Caesarea) crudi

Gli Ovoli buoni, così chiamati per distinguerli da funghi ovoli non commestibili, hanno carni molto tenere e di colore bianco.

Il cappello di questi funghi presenta un caratteristico colore arancione, mentre il gambo, cilindrico e slanciato, è giallognolo.

L’aroma degli Ovoli buoni è piuttosto tenue, non particolare né persistente, ed anche il sapore, tendenzialmente dolce, è poco intenso.

Mentre i funghi Porcini e i funghi Champignons, oltre ad essere gustati crudi, molto spesso sono utilizzati e consumati cotti in varie preparazioni, gli Ovoli buoni, probabilmente per via di profumo e sapore delicati, che si perdono in cottura, vengono preferibilmente mangiati crudi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons