Quartirolo Lombardo DOP: le caratteristiche organolettiche

quartiroloAd oggi, sono più di 40 i formaggi italiani che hanno ottenuto dall’Unione Europea la Denominazione di Origine Protetta (meglio conosciuta con l’acronimo DOP), il marchio che tutela giuridicamente la denominazione di quegli alimenti le cui caratteristiche organolettiche – qualitativamente elevate – dipendono esclusivamente o in gran parte dal territorio di produzione.

Uno dei prodotti caseari italiani a marchio DOP è il Quartirolo Lombardo, che ha ricevuto la Denominazione di Origine Protetta il 12 giugno 1996.

Vediamo insieme, nel dettaglio, le caratteristiche di questo prelibato formaggio italiano.

Il Quartirolo Lombardo e le sue caratteristiche

Il Quartirolo Lombardo DOP è classificato come formaggio molle da tavola a pasta cruda. Si tratta di un formaggio semigrasso prodotto con latte di vacca intero o parzialmente scremato e proveniente da due o più mungiture.


La forma, il peso e le dimensioni

Le forme di Quartirolo Lombardo sono parallelepipedi a base quadrata, con le facce piane, lo scalzo (cioè la fascia laterale) dritto ed un peso variabile da 1,5 kg a 3,5 kg.

Ciascuna faccia ha una lunghezza compresa tra 18 e 22 cm, mentre l’altezza dello scalzo può andare da 4 a 8 cm, con possibilità di leggere variazioni che dipendono dalle condizioni tecniche di produzione.

La pasta

La pasta di questo formaggio presenta una struttura che varia a seconda dei tempi di stagionatura. Nelle forme più giovani è leggermente grumosa e friabile, con conseguente possibilità di piccoli distacchi, mentre con il progredire della stagionatura si fa più morbida, compatta e fusibile in bocca.

Il colore della pasta varia, in genere, dal bianco al bianco paglierino, divenendo un po’ più intenso quando il formaggio è molto maturo.

La crosta

Il Quartirolo Lombardo ha una crosta che, al tatto, risulta morbida e leggermente vellutata.

Alla vista, invece, questa crosta sottile presenta un colore che va dal bianco-rosato (nei formaggi di prima stagionatura) al rossastro con sfumature grigio-verdi (nei formaggi più stagionati).

Sulla crosta, poi, deve essere riportato il marchio DOP, a garanzia del fatto che la forma di Quartirolo è stata realizzata nel pieno rispetto degli standard tecnici dettati dal disciplinare di produzione.

Il sapore

Come ogni prodotto a marchio DOP, il Quartirolo Lombardo ha un sapore caratteristico, che consente di distinguerlo da ogni altro formaggio.

Non tutto il Quartirolo Lombardo, però, ha lo stesso sapore, poiché questo varia a seconda dei tempi di stagionatura del prodotto.

Nel formaggio più giovane risulta lievemente aromatico e con una leggera nota acidula, mentre nel formaggio stagionato più a lungo è più intenso ed aromatico. In ogni caso, comunque, si tratta di un sapore complessivamente fragrante e piuttosto delicato.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons