Riso Venere: le origini, le caratteristiche e gli usi di questo riso

riso nero venereIl riso Venere, strettamente imparentato con il riso nero conosciuto in Asia fin dall’Ottocento, è una tipologia di riso comparsa sulle nostre tavole in tempi piuttosto recenti. Ma è stato apprezzato fin da subito e continua a riscuotere un notevole successo.

Le sue origini

Il riso Venere nasce nel 1997 grazie all’incrocio tra una varietà cinese di riso nero, molto costosa e quindi consumata soltanto da imperatori e nobili, ed una varietà di riso originaria della Pianura Padana.

Questo fortunato incontro porta alla nascita di una nuova varietà di riso nero, denominata riso Venere per via delle sue presunte proprietà afrodisiache.

Oggi la filiera produttiva del riso Venere comprende un centinaio di aziende, concentrate nelle province di Vercelli e Novara, che nella produzione di questo cereale si impegnano a rispettare rigorosamente i dettami qualitativi della Cooperativa Agricola Sa.Pi.Se (Sardo Piemontese Sementi).


Le caratteristiche organolettiche

Il riso Venere è un riso integrale, in quanto non viene privato dei tegumenti ma soltanto della buccia, parte non edibile.

I chicchi di riso Venere sono piccoli e molto profumati ed il loro aroma ricorda quello del pane appena sfornato. Questo profumo, che si percepisce anche annusando i chicchi crudi, diventa gradevolmente più intenso in seguito alla cottura.

Questo riso appartiene alla classe Japonica. All’esterno i chicchi sono neri, colore dovuto alla naturale pigmentazione del pericarpo (l’involucro che racchiude il seme), mentre all’interno sono bianchi.

Il riso Venere in cucina

Il riso Venere si presta ad essere utilizzato per la realizzazione di molte gustose ricette.

Questo cereale generalmente necessita di cuocere 40-45 minuti, ma se ne acquistate la versione parboiled i tempi di cottura si dimezzano. Uno degli aspetti che rendono il riso Venere molto apprezzato è la sua capacità di mantenere bene la cottura, senza risultare molle o poco consistente.

Ecco come potete impiegare il riso Venere.

Risotti

Sono molti i condimenti tra cui scegliere per un buon risotto di riso Venere.

Se amate il pesce e i frutti di mare potreste condirlo con salmone, mazzancolle o seppioline, mentre se preferite la carne potete optare per un condimento a base di salsiccia o pancetta croccante.

Gli amanti di formaggi e verdure, invece, apprezzeranno sicuramente il riso Venere con taleggio e parmigiano o quello con crema ai porri.

Insalate di riso

Numerose sono anche le varianti di insalate fredde che si possono preparare con questo buon riso integrale. Tra le più particolari ci sono quella con pollo e avocado, quella con olive piccanti e pomodori secchi o quella con ananas e prosciutto.

Secondi piatti

Questo riso nero si presta ad accompagnare, come sostituto di pane o grissini, molti secondi piatti. Tra le preparazioni con cui si abbina meglio troviamo il pollo al curry, il tonno agli agrumi e le scaloppine ai funghi.

Preparazioni dolci

Il riso Venere può essere utilizzato anche per la realizzazione di gustose preparazioni dolci. Alcune delle ricette più sfiziose e interessanti sono il budino di riso Venere con salsa alle fragole, il tortino di riso Venere con mandarini caramellati e il riso Venere con amaretti e pesche sciroppate.

Altri usi del riso Venere

Come dagli altri cereali, anche dal riso Venere è possibile ricavare la farina, che può essere impiegata, da sola o miscelata con farina di grano, per preparare dolci, pane, pasta e gnocchi.

Il gradevole aspetto estetico di questo riso fa sì che, talvolta, i suoi chicchi vengano usati dai grandi chef per la decorazione di piatti importanti e raffinati.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons