Uovo in camicia: come cuocerlo in maniera perfetta

cuocere uovo affogatoL’uovo in camicia (o uovo affogato), conosciuto e apprezzato nelle cucine di molti Paesi, è un piatto sano, poiché non richiede l’aggiunta di grassi, e gustoso, perfetto sia da assaporare da solo sia da accompagnare ad altri alimenti, come legumi, insalata o verdure cotte, ma anche pietanze di pesce o carne.

La preparazione dell’uovo in camicia consiste nell’immergere l’uovo, prima sgusciato, in acqua che sobbolle, in modo che l’albume coaguli intorno al tuorlo, senza disperdersi nel liquido.

Ecco tutto ciò che dovete sapere per cuocere l’uovo in camicia in maniera impeccabile, così da ottenere un uovo dal tuorlo, liquido o più consistente, avvolto da un albume ben rappreso, ma non stracotto.

La cottura in pentola…

Un primo modo per preparare l’uovo in camicia consiste nel farlo cuocere in pentola. Per cominciare, dunque, mettete sul fuoco una pentola piena d’acqua e attendete l’inizio dell’ebollizione.


Nel frattempo, in un piattino o in una ciotolina, rompete l’uovo badando, però, a non romperne il tuorlo. In tal caso, infatti, una volta messo nell’acqua si disperderebbe e la realizzazione dell’uovo in camicia sarebbe impossibile.

Non appena l’acqua accenna a bollire, abbassate il fuoco ed aggiungete un cucchiaio di aceto di vino bianco per ogni litro d’acqua (questo aiuterà l’albume a rapprendersi). Alcuni sostengono che ne basti un cucchiaino per litro d’acqua, soprattutto se l’uovo è molto fresco.

Se volete, unite anche un pizzico di sale fino.

Il momento di mettere in pentola l’uovo arriva quando l’acqua sobbolle dolcemente (se possedete un termometro da cucina controllate che l’acqua abbia una temperatura compresa tra i 71°C e gli 82°C). E’ importante non immergere l’uovo nell’acqua bollente (100°C), per evitare che l’albume si disperda e che il tuorlo si indurisca.

Dunque, quando vedete che l’acqua sobbolle appena, e aiutandovi con un cucchiaio, cominciate a girarla velocemente in senso orario in modo da creare un vortice.

Mettendo il bordo del piattino (o della ciotolina) a sfiorare la superficie dell’acqua, fate scivolare l’uovo all’interno del vortice. Fate in modo che l’impatto dell’uovo con l’acqua sia il più delicato possibile, per evitare la rottura del tuorlo.

Nei primi secondi di cottura continuate a girare l’acqua con il cucchiaio, così da mantenere il movimento circolare dell’uovo.

Per facilitare l’avvolgimento dell’albume intorno al tuorlo, durante i primi 20 secondi circa di cottura è consigliabile anche irrorare l’uovo con poca acqua.

L’uovo in camicia deve cuocere, complessivamente, per 3-4 minuti.

Ultimata la cottura, prelevate l’uovo dalla pentola, utilizzando una schiumarola, e immergetelo per alcuni secondi in una ciotola contenente acqua fredda, in modo da interrompere la cottura ed eliminare l’eventuale odore di aceto residuo.

Quindi, mettete l’uovo su un foglio di carta da cucina, che assorbirà l’acqua in eccesso.

A questo punto, il vostro uovo in camicia è pronto per essere adagiato su un piatto e servito, magari dopo essere stato insaporito con del sale o una macinata di pepe nero o del formaggio grattugiato.

Tempo di cottura: 3 o 4 minuti?

Le scelta del tempo esatto di cottura dipende dalla consistenza che volete assuma il tuorlo del vostro uovo in camicia.

Facendolo cuocere per 3 minuti, avrete un uovo in camicia dal tuorlo quasi crudo e, quindi, liquido. Se fatto cuocere per 4 minuti, invece, l’uovo avrà un tuorlo un po’ più cotto e dalla consistenza soffice.

In ogni caso, prima di togliere l’uovo dall’acqua, controllate che l’albume si sia rappreso, assumendo il tipico colore bianco.

…con l’aiuto della pellicola trasparente

Per diminuire le probabilità di rompere il tuorlo, potete preparare l’uovo in camicia avvolgendolo nella pellicola trasparente e, quindi, tuffarlo nella pentola con l’acqua.

Mettete della pellicola trasparente in una tazzina da caffè e, se volete, aggiungete una goccia d’olio. Quest’ultimo vi aiuterà a staccare l’uovo in camicia, una volta cotto, dalla pellicola.

Sopra alla pellicola ponete l’uovo sgusciato e, utilizzando dello spago da cucina, chiudete il tutto a mo’ di fagottino.

Quando l’acqua nella pentola sobbolle, immergetevi l’uovo e fatelo cuocere per 3-4 minuti.

Una volta che l’uovo in camicia è pronto, toglietelo dalla pentola e ponetelo per qualche secondo in acqua fredda.

Quindi, eliminate la pellicola trasparente e servite l’uovo.

…con l’aiuto di un coppapasta

Se volete dare all’uovo in camicia una forma più regolare e, quindi, renderlo più bello a vedersi, durante la cottura potete servirvi dell’aiuto di un coppapasta.

Ponete il coppapasta nella pentola con l’acqua e, quando questa sobbolle, inserite l’uovo, prima sgusciato, all’interno del coppapasta. Per il resto, seguite il procedimento indicato per la cottura dell’uovo in pentola.

…con l’aiuto di uno stampo in silicone

Un altro modo per conferire all’uovo in camicia un aspetto grazioso consiste nel cuocerlo all’interno di uno stampo in silicone (ad esempio, uno stampo monoporzione per muffin).

Dopo aver posto lo stampo in silicone nella pentola, riempite quest’ultima con una quantità d’acqua tale da non sommergere del tutto lo stampo.

Quando l’acqua comincia a sobbollire, mettete l’uovo sgusciato nello stampo e fatelo cuocere, preferibilmente a pentola coperta, per 7-8 minuti (7 se volete un tuorlo più crudo, 8 se preferite che sia più ben cotto).

Una volta che l’uovo in camicia è pronto, togliete lo stampo con l’uovo dalla pentola e passatelo velocemente in acqua fredda.

Quindi, dopo averlo staccato dai bordi dello stampo aiutandovi con un coltello, estraete l’uovo, adagiatelo su un piatto e servitelo.

La cottura in forno a microonde

Per preparare un uovo in camicia potete anche decidere di utilizzare il forno a microonde: con questo metodo la cottura sarà ancora più rapida.

Per prima cosa rompete l’uovo all’interno di una tazza da té (avendo cura di utilizzare una tazza adatta al forno a microonde). Quindi, aggiungete circa 80 ml di acqua e ½ cucchiaino di aceto di vino bianco.

Dopo averla coperta con un piattino di ceramica (anch’esso idoneo al microonde) inserite la tazza nel forno.

Fate cuocere l’uovo ad una potenza di circa 600 W per 60 secondi, trascorsi i quali controllatelo e, se necessario, proseguite la cottura per altri 20 secondi.

In ogni caso, non appena sentite un leggero scoppiettio interrompete la cottura, perché significa che l’uovo in camicia è pronto.

Utilizzando un guanto da forno, tirate fuori dal microonde la tazza e, con l’ausilio di un cucchiaio o di un altro utensile da cucina, estraete l’uovo, che, a questo punto, può essere impiattato e portato in tavola.

Sulla cottura delle uova in camicia…altri consigli utili

Cottura simultanea di più uova in camicia

Preparare contemporaneamente più uova in camicia è possibile sia che scegliate la cottura in pentola, sia che optiate per quella in forno a microonde.

Nel primo caso, il consiglio è di non aggiungere nell’acqua un nuovo uovo prima che siano trascorsi 30 secondi da quando avete immerso il precedente, per evitare che le uova, girando velocemente, si urtino e si attacchino una all’altra (il consiglio, comunque, è di non cuocere simultaneamente più di 3-4 uova).

Nel secondo caso, invece, non dovete fare altro che porre ciascun uovo all’interno di una tazza e, quindi, mettere le tazze (al massimo 2-3) nel forno a microonde.

Cottura delle uova in camicia in anticipo

Soprattutto se avete in programma di preparare molte uova in camicia, può essere utile cuocerle in in anticipo. E, con pochi e semplici accorgimenti, nessuno noterà, gustandole, che non sono state preparate sul momento.

Dopo aver cotto le vostre uova in camicia seguendo uno dei metodi sopra indicati ed averle immerse per alcuni secondi in acqua fredda, conservatele in frigorifero fino al momento di servirle (si mantengono senza problemi anche per un giorno).

Poco prima di portarle in tavola, non dovete fare altro che metterle in una pentola con acqua calda salata e lasciarle scaldare per 20-30 secondi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons