Loading...

5 spezie che non puoi non avere in cucina


Gran parte delle spezie sono nate fuori dal nostro paese: basta annusarle o vederne il colore per volare con la mente in altre zone del mondo verso l’Oriente e per immaginare mercati pieni di colori.

Grazie al mercato globale oramai possiamo trovare qualsiasi genere di spezia ci venga in mente e si è anche finalmente compreso il loro enorme valore, poiché non sono solo buone, ma spesso vantano anche proprietà quasi medicali.

Voliamo in un mercato delle spezie, tra sacchetti pieni di polveri colorate e odori pungenti e stravaganti per vedere insieme quali sono le 5 spezie che da oggi non dovranno mancare nella tua dispensa.

1. Cannella

Inizialmente usata in Cina per scopi curativi, la conosciamo con la forma di piccoli bastoncini di corteccia avvolti a spirale, o come polvere. Anche qui da noi è una spezia ormai tradizionale che di certo fa parte dei ricordi di infanzia.


Vanta proprietà ottime (antiossidante e antibatterico), protegge dal diabete e da patologie digestive. Usala per aromatizzare dolci, frutta, tisane e provala spolverata sul cappuccino.

2. Anice

Che sia verde, stellato o pepato, l’anice non deve mancare perché ha ottimi effetti digestivi, antispasmodici e rilassanti, soprattutto se consumato ogni giorno come tisana.

Utilizzalo per aromatizzare pane, dolci, taralli e biscotti, e se vuoi puoi copiare gli orientali che utilizzano l’anice per condire la carne; si presta benissimo per preparare dei prelibati liquori.

3. Paprica

Il suo colore rosso vivo risalta tra le spezie. Nasce nel centro America, anche se oramai è diffusa ovunque, si ottiene da un peperone essiccato e puoi trovarla dolce o piccante.

Ha ottime proprietà tonificanti, stimola l’apparato digerente ed è antisettica, digestiva e una buona fonte di vitamine. Usa questa polvere soprattutto per aromatizzare le carni delicate, come il pollo.

4. Curcuma

Di origine asiatica, è molto più usata come farmaco che come spezia: i suoi effetti sulla salute sono tanti e costantemente sotto studio. Non a caso è chiamata anche la spezia d’oro, e non solo per il suo colore inconfondibile.

Per utilizzarla in cucina, ti consigliamo assolutamente di preparare il golden milk a casa: scoprirai una colazione deliziosa, curativa ed energizzante. Va bene anche per insaporire pesce, carne e salse…ma non eccedere nel consumo!

5. Chiodi di garofano

Questa spezia si chiama così proprio per la forma particolare che richiama dei piccoli chiodini. Molto diffusa nella nostra cultura, si usa soprattutto per insaporire conserve sott’olio e sottaceto.

I chiodi di garofano vantano ottime capacità benefiche grazie alla presenza di minerali e vitamine, e spesso vengono usati come rimedi naturali per migliorare la digestione, abbassare il colesterolo e migliorare la respirazione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons