Loading...

Calamarata: la ricetta spiegata passo per passo


La calamarata è un tipo di pasta molto comune nella cucina campana.

Anche detti mezzi paccheri per via della loro forma, questo tipo di pasta è perfetto per catturare al meglio condimenti saporiti come il ragù.

Altro ingrediente principale di questo piatto è il calamaro, che viene tagliato ad anelli in modo da farlo assomigliare il più possibile alla pasta.

Oggi vi proponiamo la calamarata cotta al cartoccio, in modo da esaltare l’aroma particolare e forte del condimento.


Vediamo quindi come preparare questo ottimo primo di origine campana.

Ingredienti

  • 400g di calamarata;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • Prezzemolo q.b.;
  • 60g di vino bianco;
  • Sale q.b.;
  • Olio extravergine d’oliva q.b.;
  • 600g di calamari;
  • peperoncino fresco;
  • 400g di pomodorini;
  • 25g di triplo concentrato di pomodoro;
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Cominciamo la preparazione della nostra calamarata partendo dal condimento.

Peliamolo senza troppa fatica schiacciandolo con l’aiuto delle nostre mani e rimuoviamo la camicia.

In seguito laviamo ed asciughiamo i pomodorini, per poi tagliarli in quattro.

Infine sminuzziamo il peperoncino, rimuovendo i semi se non vogliamo far risultare il piatto eccessivamente piccante.

Ora occupiamoci dei calamari e della loro pulizia.

Cominciamo con il metterli sotto l’acqua corrente per un minuto, in seguito estraiamo la parte interna tirando il capo ed eliminiamo la parte bianca insieme al filo di cartilagine trasparente.

Sull’esterno del calamaro togliamo gli occhi, spremiamo il beccuccio al centro e tagliamo le pinne presenti nella parte superiore.

Utilizzando uno spelucchino o un semplice coltello, spelliamo completamente il calamaro e risciacquiamolo nuovamente sotto l’acqua corrente finchè non diventerà bianco.

Tagliamo quindi le teste di calamari in anelli di circa 2 cm.

Ora che i calamari sono pronti per essere cotti, mettiamo a bollire l’acqua per la pasta.

Una volta raggiunto il bollore, mettiamo a cuocere la pasta senza dimenticarci del sale.

In un’altra pentola mettiamo olio, aglio e peperoncino a cuocere.

Una volta che la padella sarà diventata calda, aggiungiamo i calamari, aspettiamo che si cuociano un po’ e sfumiamo con vino bianco.

Continuiamo con il rimuovere l’aglio ed aggiungiamo il concentrato di pomodoro seguito dai pomodorini.

Abbassiamo l’intensità della fiamma e lasciamo cuocere per una decina di minuti dopo aver aggiunto il sale.

Nel frattempo la pasta si sarà cotta, scoliamola e versiamola direttamente nella padella del condimento.

Lasciamo amalgamare il tutto aggiungendo dell’acqua, ma senza esagerare.

Ora è il momento di creare i nostri cartocci: su un foglio di alluminio ne mettiamo uno di carta forno.

Versiamo un quarto della nostra pasta al centro della carta e chiudiamo il tutto a forma di caramella.

Una volta ripetuto il procedimento fino a terminare la calamarata, inforniamo tutto per 10 minuti a 200°C.

Passati questi 10 minuti la nostra calamarata al cartoccio sarà pronta per essere scartata in tavola e stupire i vostri ospiti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons