Loading...

Sale nero, sale rosa, sale rosso… differenze reali o solo marketing? (Seconda Parte)


Nella prima parte del nostro articolo, abbiamo visto nel dettaglio quali sono le caratteristiche del sale rosa e di quello nero.

Continuiamo la nostra selezione!

Sale rosso

Originario delle Hawaii, è un sale marino lavorato in maniera artigianale. Deve il suo colore al grande contenuto di ferro: è questa la differenza col sale bianco che contiene 5 volte meno ferro.

Si rivela, dunque, ottimo per chi ha carenze ed è anche ricco di oligoelementi. Non a caso è molto usato non solo in cucina, ma anche in ambito cosmetico per preparare scrub e sali depurativi.


Se decidi di acquistarlo, leggi l’etichetta: il vero sale rosso è raro e l’importazione fa innalzare il costo, per cui è probabile che tu stia acquistando del sale semplice lavorato a livello industriale.

Differenze reali?

Questi che abbiamo visto più nel dettaglio non sono gli unici tipi di sale particolari e lontani dalla nostra tradizione: troverai, infatti, il sale blu di Persia, quello grigio di Bretagna e un quantitativo infinito di sali aromatizzati.

Si può ritenere un dato di fatto che delle differenze ci siano: il sale bianco è un composto di due semplici elementi, mentre gli altri hanno delle caratteristiche peculiari che li rendono diversi non solo nell’aspetto.

Ma le differenze sono così importanti? Si parla di aggiunte, come il carbone vegetale, ceneri vulcaniche, residui argillosi o altri elementi che si possono definire impurità, ma la base è sostanzialmente simile.

Quanto gioca il marketing?

Le tesi riguardanti il beneficio del sale colorato sono varie e contrastanti: molti nutrizionisti li consigliano e molti chimici sostengono che sia tutto frutto di una trovata pubblicitaria.

Se consideriamo i prezzi a cui li acquistiamo e tutto ciò che viene mosso dall’importazione di questi prodotti, si capisce bene che senza dubbio ci sia un guadagno enorme ed uno spostamento di introiti nel mercato.

Il consiglio è quello di acquistare prodotti davvero validi e originali e di leggere le etichette, badando alla provenienza e alla qualità.

Le evidenze sugli effetti salutari sono contrastanti, ma è vero che spesso il contenuto di sodio è realmente più basso e la presenza di sostanze salutari è reale e certificata.

Dunque studia bene le proprietà di ogni tipo di sale e, in base alle tue esigenze fisiche e di salute, scegli quello più adatto facendo un acquisto consapevole e usandolo giornalmente.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons