Come preparare le alici fritte e renderle croccanti

ricetta alici fritte croccantiLe alici (anche conosciute come sarde o acciughe) fritte, sono un piatto sfizioso e saporito che può essere servito, caldo o a temperatura ambiente, come antipasto o secondo piatto.

Si tratta di una preparazione non soltanto decisamente economica, poiché le alici sono un pesce azzurro venduto a prezzi molto contenuti, ma anche piuttosto facile da realizzare, a patto che si usino gli ingredienti giusti per l’impanatura e si friggano le alici in maniera corretta.

Vediamo insieme come preparare al meglio le alici fritte, in modo da renderle gustose e davvero croccanti.

La ricetta delle alici fritte

Dopo aver eseguito due importanti operazioni preliminari, ossia il lavaggio e la spinatura delle alici, ecco come dovete procedere nella realizzazione di questo piatto.


Prima fase: il passaggio delle alici…

…nella farina (o nel pane grattugiato) e nell’uovo

Ingredienti (per 4 persone)
  • 120 g di farina di mais o di pane grattugiato
  • 2 uova piccole
  • sale fino
  • pepe nero (facoltativo)
Procedimento

In una ciotola sbattete le uova ed insaporitele con un pizzico di sale fino e, se volete, una macinata di pepe nero.

Dopo aver versato un’abbondante quantità di olio all’interno di una padella dai bordi alti, e nell’attesa che l’olio diventi ben caldo, mettete la farina di mais (o il pane) in un piatto e ponete vicino al piano cottura sia il piatto sia la ciotola contenente le uova sbattute, in modo che, giunto il momento di friggere le alici, avrete a portata di mano tutti gli ingredienti necessari.

Poco prima di tuffare le alici nell’olio bollente passatele nella farina di mais o nel pane grattugiato e, successivamente, nell’uovo.

Perché scegliere la farina di mais e non quella di grano tenero?

A dispetto di quanto si trova scritto in molte ricette, la migliore farina da utilizzare per preparare le alici fritte è la farina di mais.

Questo tipo di farina, infatti, rispetto a quelle di grano tenero, durante la frittura tende ad assorbire una quantità di olio minore. Di conseguenza, le alici non si ungono né appesantiscono troppo e questo fa sì che acquistino un’ottima croccantezza.

…oppure in una pastella a base di acqua, farina e uova

Ingredienti (per 4 persone)
  • 4 cucchiai di farina 00
  • 1 uovo
  • 1 bicchiere di acqua frizzante fredda di frigorifero
  • sale fino
Procedimento

Dopo averla setacciata, versate la farina in una ciotola capiente.

Create una cavità nel centro della farina e all’interno aggiungete le uova, un pizzico di sale e, a poco a poco, l’acqua frizzante molto fredda.

Utilizzando una forchetta o una frusta a mano, cominciate ad incorporare tra loro gli ingredienti e lavorate il tutto fino ad ottenere un composto non solo omogeneo ma anche denso e consistente.

Dopo aver lasciato riposare la pastella per circa 30 minuti, mescolandola di tanto in tanto, non vi resta da fare altro che immergervi le vostre alici, che, subito dopo, tufferete nell’olio bollente.

…oppure in una pastella alla birra

Ingredienti (per 4 persone)
  • 4 cucchiai di farina 00
  • 100 ml di birra bionda fredda di frigorifero o 5 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • sale fino
  • acqua naturale
Procedimento

Setacciate la farina 00 e ponetela in una terrina abbastanza capiente.

Aggiungete l’olio extravergine di oliva ed una presa di sale fino.

Utilizzando una frusta a mano, mescolate in maniera continua il composto, in modo che non si formino coaguli di farina, e, a poco a poco, unite anche la birra o il lievito di birra, in polvere o disciolto in un po’ d’acqua.

Continuate a lavorare la pastella fino a quando non avrà assunto una consistenza simile a quella di uno yogurt, fluida ma al tempo stesso piuttosto densa.

Se la vostra pastella risulta essere eccessivamente collosa potete risolvere il problema aggiungendo dell’ acqua a temperatura ambiente, fino ad ottenere un composto della consistenza desiderata.

Lasciate riposare la pastella alla birra per circa 15 minuti, trascorsi i quali potete iniziare ad immergervi le alici.

…oppure in una pastella con albumi d’uovo montati a neve

Ingredienti (per 4 persone)
  • 4 cucchiai di farina 00
  • 100 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 3 albumi d’uovo
  • sale fino
Procedimento

Una volta setacciata, ponete la farina in una terrina ed unite ad essa l’olio extravergine di oliva e, a poco a poco, l’acqua tiepida. Come già detto a proposito della pastella alla birra, mentre aggiungete i vari ingredienti mescolate continuamente il composto, per evitare che si formino grumi di farina.

Una volta ottenuto un composto liscio e ben omogeneo, lasciatelo riposare per circa 30 minuti.

Poco prima di utilizzare la pastella per la frittura delle alici occupatevi degli albumi. Poneteli all’interno di un recipiente dai bordi alti e unite ad assi un pizzico di sale fino.

Utilizzando le fruste elettriche lavorateli fin quando non li avrete montati a neve fermissima.

Quindi, incorporateli agli altri ingredienti, mescolando lentamente e delicatamente dal basso verso l’alto per non rischiare di smontarli.

Seconda fase: la frittura delle alici e il loro condimento

Ingredienti
  • olio di oliva o di semi
  • sale fino
  • pepe nero
Procedimento

Per verificare che l’olio, che avete posto in un tegame dai bordi alti, abbia raggiunto la temperatura giusta per la cottura delle vostre alici, fate cadere in padella una briciola di impanatura o di pastella. Se questa comincia subito a sfrigolare e intorno ad essa si creano tante piccole bollicine significa che l’olio è effettivamente pronto per la frittura.

Per evitare di abbassare la temperatura dell’olio e, di conseguenza, per non rischiare di avere come risultato un fritto molto pesante e poco croccante, perché i pesci si saranno unti eccessivamente, friggete poche alici per volta.

Appena prima di metterle in padella, passate le alici nella farina (o nel pane grattugiato) e nell’uovo, oppure nella pastella.

Una volta tuffate nell’olio, lasciatele friggere per circa 1 minuto. Quindi, rigiratele e fate proseguire la cottura per altri 2 minuti circa, o fin quando non vedete che la crosticina esterna dei pesciolini ha assunto una doratura uniforme.

Utilizzando una schiumarola, prelevate i pesci dalla padella e metteteli a scolare su un piatto rivestito con carta da cucina o carta paglia, in modo che rilascino una parte dell’olio assorbito.

Dopo essere state insaporite con del sale fino e, se gradite, con una spolverata di pepe nero, preferibilmente macinato al momento, le alici fritte sono pronte per essere portate in tavola, magari accompagnate da qualche fettina di limone.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons