Cotoletta alla milanese: come friggerla per un piatto perfetto

cotoletta milanese frittura perfettaDopo aver scelto una buona costoletta di vitello e dopo averla passata in una gustosa panatura, per preparare una cotoletta alla milanese davvero perfetta occorre friggere la carne nel modo giusto.

Ecco tutto ciò che dovete sapere per friggere la cotoletta alla milanese in maniera impeccabile.

La frittura della cotoletta nel burro

La ricetta originale della cotoletta alla milanese prevede che la frittura venga fatta utilizzando il burro e, più precisamente, burro chiarificato, ossia privato della sua parte proteica, che alle alte temperature si annerisce e conferisce all’alimento aspetto e sapore di bruciato.

Mettete in una padella abbondante burro e lasciate che diventi ben caldo e si sciolga.


Quando il burro ha raggiunto la giusta temperatura (e lo potete capire perché comincia a soffriggere) è il momento di mettere in padella la carne.

Se dovete cuocere più fette di carne disponetele nella padella facendo attenzione a non sovrapporle, in modo che ognuna possa dorarsi direttamente a contatto con il tegame caldo coperto di burro fuso.

Lasciate cuocere la cotoletta per 7-8 minuti, smuovendola di tanto in tanto per evitare che si attacchi al fondo della padella.

Dopo circa 4 minuti girate delicatamente la cotoletta in modo che possa dorarsi anche dall’altro lato.

All’inizio lasciate friggere la carne a fuoco vivo, sempre controllando che il burro non fumi, ma negli ultimi 2 minuti è bene farla cuocere a fuoco un po’ più basso.

Quando la cotoletta si presenta uniformemente colorita spegnete il fuoco e la cosa migliore è servirla, ancora ben calda, senza eliminare il burro fuso che è rimasto sulla panatura.

Tuttavia, se volete rendere la vostra cotoletta alla milanese un po’ più leggera, prima di servirla potete poggiarla su carta assorbente e tamponarla per eliminare il grasso in eccesso.

La frittura della cotoletta in olio

Se avete finito il burro o se non ne amate particolarmente il sapore, potete decidere di friggere la cotoletta alla milanese in un buon olio, anche se i più tradizionalisti sostengono che una cotoletta così preparata non avrà mai il gusto e la croccantezza di una fritta nel burro.

Molto importante per preparare una cotoletta alla milanese perfetta è la scelta di un olio adatto alla frittura, ovvero un olio stabile e resistente alle alte temperature.

Versate l’olio in una padella e fatelo scaldare.

L’olio deve essere abbondante perché altrimenti, quando viene messa in padella la cotoletta, la temperatura dell’olio tende a scendere velocemente e la panatura della carne rimane unta e poco croccante.

Quando l’olio raggiunge una temperatura di 150° C-160° C potete immergere la cotoletta.

Se non avete un apposito termometro da cucina, potete capire se l’olio è arrivato a temperatura con un metodo alternativo semplice ma efficace.

Lasciate cadere nella padella una briciola di panatura e se questa comincia a sfrigolare significa che l’olio è pronto per la frittura.

Immergete la cotoletta nell’olio bollente e lasciatela cuocere per alcuni minuti smuovendola di tanto in tanto.

Per non sporcare l’olio e doverlo cambiare a metà cottura girate la carne prima che rilasci il suo sangue.

Dopo i primi 6-7 minuti di cottura a fuoco vivace abbassate il fuoco e lasciate cuocere la cotoletta ancora un paio di minuti.

Spento il fuoco, servite la cotoletta alla milanese ben calda, se preferite dopo averla tamponata con della carta assorbente.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons