Gnocco Fritto: Ingredienti e Ricetta

gnocco frittoLo gnocco fritto è un piatto tipico della cucina emiliana, che trova le sue espressioni più genuine in quella magnifica terra che va da Parma a Bologna, passando per anche per Reggio Emilia.

Si tratta di una preparazione piuttosto semplice, che però deve essere seguita meticolosamente per avere un risultato che si avvicini, per quanto possibile, alla bontà di quelle delle vecchie signore dell’Emilia.

Vediamo insieme come preparare questa bontà fritta.

Gli ingredienti

Per preparare uno gnocco fritto come si deve avremo bisogno di:


  • 1 kg di farina di grano duro 00;
  • 150 grammi di strutto;
  • 300ml d’acqua circa, a seconda di quanta ne assorbirà la farina;
  • 2 cucchiaini di zucchero;
  • 25 gr di lievito.

Una volta che avremo messo insieme tutti gli ingredienti, potremo passare alla preparazione vera e propria. Si tratta di qualcosa di molto divertente da fare, motivo per il quale, se avete dei bambini in casa, invitateli pure a prendere parte a quella che è una festa del gusto tutta tradizionale!

La preparazione

Cominciamo dal lievito, che dovrà essere sbriciolato e poi sciolto, insieme allo zucchero, in 100ml di acqua tiepida. Una volta che avremo sciolto per bene il lievito fresco, ci verseremo dentro circa 4 cucchiai di farina, al fine di ottenere una pastella piuttosto liquida, che non fa filamenti.

Nel caso in cui fosse diventata troppo solida, aggiungiamo un altro po’ d’acqua e continuiamo a mescolare.

La pastella va fatta riposare per circa 40 minuti in un ambiente caldo e asciutto. Se ce ne fosse la necessità, copritela con una coperta.

Una volta pronta la pastella, potremo passare all’ultima fase. Apriamo la restante farina a fontana su una spianatoia, versiamo al centro la pastella di lievito e cominciamo ad ammassare. Aggiungiamo anche lo strutto, fino ad ottenere una palla piuttosto consistente. Aggiungiamo l’acqua con il sale e continuiamo a impastare fino ad ottenere un panetto liscio e senza grumi.

Una volta terminata la procedura di impasto, potremo chiudere il nostro preparato in una ciotola, coperto con la pellicola, facendo una piccola incisione sulla superficie. Dovremo lasciarlo lievitare per almeno 4 ore, meglio se 5.

Una volta aperto di nuovo l’impasto, questo sarà lievitato di circa 3 volte il volume originale. Adesso non ci resterà che stendere la massa nei tipici rettangoli e friggere in olio d’oliva o, come vorrebbe la tradizione, nello strutto.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons