Loading...

Spaghetti all’assassina – la ricetta

spaghetti assassinaIn questa ricetta prepareremo un piatto della cucina povera che ha origini molto antiche, quando la povertà imponeva di non buttare via nessun avanzo. Dalle sapienti mani delle massaie, i resti del pranzo precedente venivano riproposti, ma con una forma diversa.

Come per gli spaghetti all’assassina, una ricetta che prevede l’utilizzo del sugo del giorno prima o addirittura di avanzi di pasta.

Anticamente gli spaghetti venivano rosolati in padelle di ferro come imponeva la tradizione. Oggigiorno questo materiale è sempre meno in uso per la realizzazione di pentole, quindi possiamo benissimo ricorrere ad una antiaderente.

In questa ricetta abbiamo aggiunto il peperoncino come prevede la ricetta originale ma, se non amate il gusto piccante, può essere tranquillamente evitato. Prepariamo la ricetta seguendo i passaggi descritti qui di seguito.


Ingredienti

  • 350 g di spaghetti;
  • Peperoncino fresco;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • Uno spicchio di aglio;
  • 4 mestoli di sugo;
  • Sale.

Preparazione

Tagliamo a rondelle il peperoncino, sbucciamo l’aglio e sminuzziamolo in pezzi piccolissimi. Versiamo l’olio in una padella e aggiungiamoci l’aglio e il peperoncino. Lasciamoli rosolare, poi aggiungiamo due bicchieri di acqua e un mestolo di sugo. Portiamo ad ebollizione, poi aggiungiamo gli spaghetti.

Copriamo la pentola e continuiamo la cottura secondo i minuti indicati sulla confezione della pasta. Se l’acqua non sarà sufficiente, aggiungiamone un altro piccolo quantitativo ma sempre bollente, quindi sarà il caso di lasciare un pentolino con dell’acqua su un fornello acceso.

A metà cottura aggiungiamo anche il resto del sugo e aggiustiamo di sale. Appena l’acqua di cottura sarà evaporata e gli spaghetti saranno cotti, copriamo la padella e lasciamoli sul fuoco a rosolare senza mai mescolarli. Questa è la fase più importante nella preparazione degli spaghetti all’assassina poiché è indispensabile fare molta attenzione affinché gli spaghetti diventino croccanti senza bruciare.

E’ fondamentale servire gli spaghetti appena terminata la cottura.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons