Tradizione gastronomica italiana: 5 piatti locali perfetti per Capodanno

cibi tipici capodannoCome avviene per Natale, Pasqua e Carnevale, anche in occasione del Capodanno in ciascuna regione italiana compaiono sulle tavole i piatti della tradizione gastronomica locale, diversi l’uno dall’altro ma tutti gustosi e caratteristici.

Per questo Capodanno vorreste portare in tavola alcuni piatti tradizionali italiani ma non sapete come procedere?

Ecco come preparare 5 piatti, di altrettante regioni italiane, perfetti per il menù di Capodanno.

Lardo con castagne al miele dalla Valle d’Aosta

Ingredienti (per 4 persone)

  • 200 g di lardo in fette sottili
  • 20 castagne medio-grandi
  • 2 cucchiai di miele di castagno
  • acqua

Preparazione

Dopo aver praticato un’incisione sulla buccia di ognuna, mettete a bollire le castagne per circa 20 minuti e, al termine della cottura, senza aspettare che si raffreddino del tutto, sbucciatele.


Nel frattempo mettete il miele in un pentolino e fatelo sciogliere unendovi un bicchiere d’acqua, per formare uno sciroppo.

Una volta raggiunto il bollore, versate nello sciroppo le castagne sbucciate e, spento il fuoco, date una mescolata al tutto.

Disponete il lardo a fette su un vassoio e portatelo in tavola insieme ad una ciotolina contenente le castagne al miele.

Passatelli in brodo dall’Emilia Romagna

Ingredienti (per 4 persone)

  • 130 g di parmigiano grattugiato
  • 120 g di pane grattugiato
  • 3 uova
  • 300 g di carne di manzo mista
  • 1 carota
  • 1 patata
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • noce moscata
  • 1 limone
  • sale

Preparazione

Lavate le verdure, tagliatele in pezzi piuttosto grandi senza togliere la buccia e ponetele insieme alla carne in una pentola con 4 l di acqua.

Mettete la pentola sul fuoco, portate l’acqua ad ebollizione e, da quando comincia a bollire, lasciate che il brodo cuocia per circa 2 ore.

Mentre il brodo è in cottura passate alla preparazione dei passatelli.

In una ciotola rompete le uova, sbattetele con una forchetta ed aggiungete il formaggio e il pane grattugiati, il sale, la noce moscata e la scorza grattugiata di 1/2 limone.

Lavorate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto e mettetelo poco alla volta nello schiacciapatate, usando il disco a fori larghi, o nell’apposito ferro per passatelli.

Pressate l’impasto, con un coltello tagliate i passatelli ad una lunghezza di 3-4 cm e disponeteli su un piano di lavoro.

Quando il brodo è pronto eliminate la carne e le verdure e rimettete sul fuoco una pentola con 1 l di brodo.

Versate i passatelli nel brodo bollente e scolateli quando riaffiorano in superficie. Aggiungete il brodo ed il gioco è fatto.

Baccalà alla palermitana dalla Sicilia

Ingredienti (per 4 persone)

  • 800 g di filetti di baccalà
  • farina bianca 00
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione

Mettete a bagno i filetti di baccalà e lasciateli in ammollo per una notte.

Il giorno seguente scolate il baccalà e tagliatelo in pezzi grandi.

In una padella antiaderente fate scaldare un po’ di olio extravergine di oliva e, dopo averli infarinati, aggiungete i pezzi di baccalà nell’olio caldo.

Nel frattempo infarinate i pezzi di baccalà e, quando l’olio sarà caldo, metteteli in padella.

Rigirateli con delicatezza per farli dorare in maniera uniforme e, una volta pronti, toglieteli dalla padella e poggiateli su carta assorbente.

Disponete il baccalà su un piatto da portata, aggiustate di sale e pepe e servite il pesce ben caldo accompagnato da alcuni spicchi di limone.

Flan di cardi dal Piemonte

Ingredienti (per 4 persone)

  • 800 g di cardi
  • 3 uova
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 100 g di burro
  • sale
  • pepe

Preparazione

Lavate i cardi e, dopo aver eliminato i filamenti, lessateli in acqua salata per circa 10 minuti.

Una volta cotti e raffreddati, tagliateli finemente con il coltello o la mezzaluna e fateli rosolare in padella con il burro. aggiustando di sale come necessario.

Nel frattempo, in una ciotola sbattete le uova ed aggiungete il formaggio grattugiato e un pizzico di pepe.

Quando sono pronti, unite i cardi agli altri ingredienti e mescolate per amalgamare il tutto.

Imburrate degli stampini monodose e versatevi il composto.

Ponete gli stampini in una teglia, in cui avete messo 2 dita d’acqua e fate cuocere a bagnomaria i flan in forno caldo a 180° C per 40 minuti circa.

Pinoccate dall’Umbria

Ingredienti (per 20 dolcetti)

  • 500 g di zucchero semolato
  • 250 g di pinoli
  • 125 g di acqua
  • ½ limone

Preparazione

Fate scaldare i pinoli in forno tiepido per 5 minuti, senza farli colorire né tostare.

In un pentolino mettete a sciogliere lo zucchero con l’acqua e lasciate cuocere fino a quando lo sciroppo non avrà assunto una consistenza filamentosa.

Dopo aver spento il fuoco, aggiungete i pinoli e la scorza grattugiata del limone, mescolando per incorporare questi ingredienti allo sciroppo di acqua e zucchero.

Versate il composto su carta oleata o su un piano di marmo precedentemente bagnato e, quando si sarà raffreddato, tagliatelo a losanghe.

Avvolgete a caramella ciascuna pinoccata in un quadrato di carta velina colorata e servite il vostro dolce.

Nota: se invece delle classiche pinoccate bianche, volete preparare le pinoccate al cioccolato, sostituite alla scorza di limone 100 g di cacao amaro.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons