Loading...

Escargot: guida pratica per mangiarle senza far guai (Seconda parte)


Nella prima parte di questa mini-guida per mangiare le prelibatissime escargot senza fare figuracce, ti abbiamo presentato le posate che vengono normalmente utilizzate per gustare il piatto. La pinza, in particolare, è l’elemento fondamentale per non far schizzare il guscio, o la lumaca, per aria!

Ora che sei consapevole dell’esistenza delle posate, e sei a conoscenza della loro forma, in modo da non confonderle, è intuitivo utilizzarle. Noi ti guideremo passo passo su come impugnarle ed utilizzarle per mangiare le escargot dando l’impressione di farlo da sempre.

Come mantenere le posate

Con la mano sinistra impugna saldamente la pinza con un gesto deciso e sicuro e afferra il guscio di una lumaca. Fa’ attenzione che la parte del guscio con l’apertura sia rivolta verso l’alto, anche per non far cadere il condimento nel piatto.

Con la mano destra impugna la forchettina come se fosse una posata normale. Affonda i suoi rebbi all’interno del guscio spingendo verso il bordo. Sentirai quindi di aver infilzato della carne.


Ora non ti resta che sfilare con un gesto lento, ma deciso la lumaca dal suo guscio e, una volta vuoto, riporlo sul piatto da portata poggiandolo delicatamente. Adesso sì che potrai finalmente gustare il pezzo prelibato!

Tutto in un solo boccone

Se pensi di appoggiare la lumaca sul piatto e di ridurla in pezzi più piccoli, stai sbagliando di grosso! Oltre ad essere errato, è anche inutile perché il quantitativo non è assolutamente così abbondante da riempirti la bocca interamente.

In più tutto il condimento che solitamente è composto da burro fuso aromatizzato rischierebbe di cadere o di schizzare e ne risentirebbero il gusto e l’eleganza. In più andresti a dividere le componenti del piatto che vanno mangiate assieme.

Per cui una volta sfilata la lumaca dal proprio guscio, porta la forchetta alla bocca e fai un solo boccone da masticare con lentezza per assaporare il contrasto di consistenze e sapori.

Dopo la lettura della nostra guida, sei pronto a gustare questo piatto per espandere la tua cultura culinaria e aprirti a nuovi orizzonti di gusto, senza fare guai e creare imbarazzo ai commensali e a te stesso.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons