Come conservare gli gnocchi di patate

conservazione gnocchi patate crudi cottiIn un recente articolo abbiamo visto insieme quali sono le fasi da seguire e gli accorgimenti che è importante avere per preparare a casa degli ottimi gnocchi di patate.

Non abbiamo parlato, però, di come e per quanto tempo questi gnocchi possano essere conservati.

Ecco, dunque, tutto ciò che vi occorre sapere per conservare al meglio i vostri gnocchi di patate.

Se gli gnocchi di patate sono crudi…

A temperatura ambiente

Se, una volta preparato l’impasto e ricavati da esso gli gnocchi, non volete cuocere questi ultimi immediatamente, ma pensate di farlo a distanza di qualche ora, potete optare per la conservazione a temperatura ambiente.


Dopo averli posti su una spianatoia precedentemente cosparsa di farina o su un vassoio, anch’esso infarinato, conservate i vostri gnocchi di patate in un luogo fresco e asciutto, fino al momento di tuffarli nell’acqua bollente.

In congelatore

Se, invece, avete intenzione di conservare gli gnocchi per tempi più lunghi (fino a 6-8 settimane), il metodo di conservazione consigliato è il congelamento.

Disponete gli gnocchi, un po’ distanziati uno dall’altro, su uno o più vassoi, precedentemente infarinati.

Coprite ciascun vassoio di gnocchi con un canovaccio pulito e ponete il tutto in freezer per qualche ora.

Una volta che gli gnocchi sono ben congelati, potete decidere di lasciarli sui vassoi (se non avete problemi di spazio nel congelatore) oppure di trasferirli in sacchetti di plastica per alimenti. Non fate l’errore di mettere gli gnocchi – ancora morbidi – direttamente nei sacchetti per alimenti, se non volete che si attacchino uno all’altro e che, quindi, l’impegno che avete messo nel prepararli venga vanificato.

Quando deciderete di cuocerli, non dovrete fare altro che tirarli fuori dal freezer e tuffarli – ancora congelati – in acqua bollente salata, esattamente come fareste con gli gnocchi di patate appena impastati.

In frigorifero

La conservazione in frigorifero, invece, è da evitarsi, poiché tende ad alterare la consistenza dei vostri gnocchi di patate, che rischieranno di diventare più duri e gommosi.

Se gli gnocchi di patate sono cotti…

In frigorifero

Può capitare che una parte degli gnocchi di patate che avete già cotto e condito avanzi. Cosa fare in quel caso?

Dopo averli lasciati raffreddare, trasferite gli gnocchi – con una buona dose di condimento – in un recipiente per alimenti, preferibilmente di vetro, a chiusura ermetica. Quindi, poneteli in frigorifero.

In questo modo, potete conservare i vostri gnocchi per 2-3 giorni.

Al momento di gustarli, sarà sufficiente scaldarli per qualche minuto in un tegame antiaderente, eventualmente aggiungendo un altro po’ di condimento.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Tecnichef.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons